Prima pagina | Curiosità | Immagini | Cronologia | Delibere | Argomenti | Cronaca | Cognomi | Emigrati | Mestieri | Strade | Contrade | Prezzi | Cronistoria
Questa pagina fa parte del sito "L'Ottocento dietro l'angolo"  (http://www.sanmarcoargentano.it/ottocento/index.htm) di Paolo Chiaselotti

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO MUNICIPALE N.34 DEL 1.3.1867

".... scioglimento di Promiscuità dei fondi Prato Ceramileo e Sbrandello"

 

L'anno 1867 il dì 1° marzo in S.Marco Argentano. Riunito il Consiglio Municipale sotto la Presidenza del Sindaco ff. Sig. Misuraca Raffaele con l'intervento dell'Agente Demaniale Sig. Carlo Pancaro e composto dai Signori

1 Picarelli Raffaele, 2 Tarantino Beniamino 3 De Marco Vincenzo 4 Cristofaro Eduardo 5 Perrotta Vincenzo 6 Ruffo Francesco 7 Catalani Leone 8 Talarico Vincenzo 9 Perri Gaetano 10 Conti Luigi

Ed assenti i Signori Valentoni Luigi, Valentoni Giuseppe, Sarpi Francesco, Candela Vincenzo, Campolongo Giacomo, Selavggi Carlo, Romita Eugenio, Fera Blasi Francesco, Manfredi Saverio.-

Coll'intervento ed opera di me segretario infrascritto Dal Presidente aperta la seduta ha invitato il Consiglio deliberare su la seguente proposta. L'Agente Demaniale che per ordine del Prefetto funzionante da regio Commissario ripartitore si devono espletare tutte le pendenze Demaniali di questo Municipio. Le dette pendenze sempra che siano lo scioglimento di Promiscuità dei fondi Prato Ceramileo e Sbrandello. La reintegra dei terreni verificati come occupati in Prato di Sarri e Serramaddamma del medesimo Manca della Castagna del Capitolo, Molara del Sig. Giglio e Cimino del Prebendario Santa Maria la ....(Passolora? Passoloca?) ed infine la reintegra delle quote vendute ...(e sotto e atto?) altro contratto fittizio che tratta ...............(illeggibile). Dovendosi procedere giudizialmente a tale procedura, commissario ai termini degli articoli 22 e seguenti dice sperimentarsi le preliminari conciliazioni. E perciò il consigliere pregato di stabilire le sue risoluzioni all'uopo occorrendo le condizioni a rispettarsi nelle ....(illeggibile) possibilmente effettuabile... (illeggibile) ad una commissione perché lo rappresenti nelle condizioni istesse e dichiari quali siano nell'interesse del Comune le condizioni d'annettersi e quelle da ripudiarsi acciocché completati gli incartamenti la questione .....(illeggibile) sia giudizialmente che .....(transattivamente ?). Il Sindaco ha proposto alla risoluzione la domanda dell'Agente. E il Consiglio riservandosi di aggiungere alla vertenza dell'Agente quelle altre che avrebbe potuto ammettersi Delibera

1 Di procedersi giudiziariamente allo scioglimento di promiscuità per Sbrandello dinanzi al Prefetto, di esperimentarsi la conciliazione di Prato Ceramileo rispettandosi sempre e sempre diritto del Comune sulla porzione che ha potuto essere usurpata e possedendosi quella porzione che attualmente ....(potrebbe?) spettarsi del terreno posseduto dal Parroco Sig. Missinetti. Sperimentarsi sotto la conciliazione sulla reintegra dei terreni di cui si sono verificate le usurpazioni e dandosi facoltà alla commissione di conciliarsi con gli occupatori e naturali del Comune che siano nel così contemplato nell'art.22 e seg. Delle istruzioni 3 luglio 1861. Per quelli commessi da estranei del paese il Consiglio si riserba valutare caso per caso la proposta conciliazione per accettarli o rifiutarli. Quando gli occupatari cittadini concordino con la Commissione sulla estensione e sul canone non si farà luogo a perizia in contrario si dovrà stare all'arbitrio di un Perito da nominarsi dall'Agente il di cui rapporto farà stato per l'una e l'altra parte. Per le quote illegitamente alienate il Consiglio considerato che le istituzioni di tanti giudizi porterebbe più danni che utile alla Popolazione per i molteplici rapporti di dritto originati da tali alienazioni ai sensi dell'art. 51 sopra menzionato. = Delibera di procedersi a conciliazione per tutti quei naturali Cittadini che hanno comprato le quote perché certi di averne pagato il giusto valore all'originario quotista e si abbiano di accettare il canone di centesimi ottantacinque per quota = Tutti i consiglieri dovranno obbligarsi a pagare ...(illeggibile) spese della conciliazione. Nomina per suoi delegati ...(illeggibile) per assistere e convenire o rifiutare la conciliazione il Sig. ff. da Sindaco Raffaele Misuraca ed il Consigliere Sig. Leone Catalani i quali colle cautele stabilite di sopra restano facoltati a prendervisi nome e parte del Consiglio alla conciliazione che troveranno accettabile = Dette deliberazioni sono state rese ad unanimità.

Il Sindaco Il Consigl.Anz. Il Segretario L'Agente Demaniale


Note

Per un approfondimento dell'argomento si legga "Storia di un demanio" di G.Guaglianone

A tutt'oggi numerosi sono i terreni soggetti a livello o censo comunale

ELENCO DELIBERAZIONI

RITORNA ALL'ELENCO 1866-69

Trascrizione a cura di Paolo Chiaselotti