Prima pagina | Curiosità | Immagini | Cronologia | Delibere | Argomenti | Cronaca | Cognomi | Emigrati | Mestieri | Strade | Contrade | Prezzi | Cronistoria
Questa pagina fa parte del sito "L'Ottocento dietro l'angolo"  (http://www.sanmarcoargentano.it/ottocento/index.htm) di Paolo Chiaselotti

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE 80 DEL 23.5.1868

".. a qual uso debba destinarsi l'ex Monastero dei Riformati.."

L'anno 1868 il dì 23 maggio in Sammarco Argentano = Riunito il Consiglio in seduta ordinaria nella casa comunale solito luogo delle sue sedute sotto la Presidenza del Sindaco Saverio Manfredi e composto dai Signori

1 Perrotta Vincenzo

2 Tarantino Beniamino

7 Romita Eugenio

12 Conti Luigi

3 Ruffo Francesco

8 Fera Francesco

13 Sarpi Luigi

4 Valentoni Luigi

9 Cristofaro Eduardo

14 Talarico Vincenzo

5 De Marco Vincenzo

10 Selvaggi Carlo

 

6 Perri Gaetano

11 Catalani Leone

 

Ed assenti i sig. Candela Vincenzo, Campolongo Giacomo, Candela Antonio, Picarelli Raffaele, Misuraca Raffaele, coll'intervento di me Vice Segretario infrascritto = Il Presidente aperta la seduta ha dichiarato che nell'ordine del giorno deposto sul banco della Presidenza nella seduta del 19 corrente trovasi segnata la proposta di deliberare a qual'uso debba destinarsi l'ex Monastero dei Riformati e la rendita dell'annesso Giardino ceduti dall'Amministrazione del Demanio a questo Comune facendo notare che giusta la precedente deliberazione tornerebbe di evidente vantaggio aggregarlo unitamente ad altre somme da stanziarsi nel bilancio del venturo anno 1869 per dati ad un Ginnasio, che si chiederebbe al Governo stabilirsi in questo Comune = quindi ha invitato il consiglio a deliberarvi.

Il Consiglio = considerando che con le precedenti deliberazioni dei 24 agosto e 26 ottobre 1867 si è deliberato doversi aderire il soppresso Monastero col contiguo Giardino ad un Ginnasio che previo permesso avrebbe dovuto fondare. Considerando che la cessione per parte del Demanio fu fatto sotto l'espressa condizione di dover destinare l'immobile ceduto agli usi in quella deliberazione stabiliti.

Considerando essere indispensabile in questo Comune un Ginnasio, si perché in esso è stato sempre un Seminario fioritissimo e si perché topograficamente parlando, questo Comune si trova nel centro di molti Municipi che per la distanza di luoghi non possono profittare del Capoluogo=

Considerando che il Governo lontano di avversare la distruzione dell'istruzione, lo promuove, protegge e favorisce, quindi può aiutare l'opera .... con un sussidio.

Considerando che la Provincia potrebbe fare altrettanto per averlo concesso ad altri Ginnasi e in essa considerando che possono concorrere al medesimo scopo i comuni finitimi.

Che questo Municipio ha dritto ai due terzi delle rendite del Seminario giusto il Decreto 7 settembre 1866 .....

Che ha pure diritto al terzo delle rendite della comunità soppressa delle Clarisse giusti decreti 17 febbraio 1861; 7 luglio 1866 per impiegarsi alla pubblica istruzione e dei beni Ecclesiastici in Generale.

Considerando che per meglio favorire la fondazione del Ginnasio è d'uopo che questo Consiglio fissi nel futuro bilancio una somma per votazione dello stesso = Fatta la votazione per appello nominale ad unanimità ha deliberato =

1 Chiedersi il Seminario pareggiato ai Ginnasi del Regno

2 Cedere al Ginnasio da stabilire in questo Comune tanto l'ex Monastero dei Riformati quanto il reddito del giardino restando a quest'Amministrazione l'obbligo di pagare il canone e gli altri pesi inerenti alla cessione, riservandosi nel fabbricato ceduto l'abitazione per il Cappellano della Chiesa e per le persone inservienti al Culto ed al seppellimento dei cadaveri e quelle pel bibliotecario.

3 Farsi istanza al Governo ed alla Provincia per un sussidio ed invitare i Comuni a concorrere alla formazione del suddetto Ginnasio = A maggioranza di voti di cui sopra 4 (4 contrari) ha deliberato stanziarsi nel venturo bilancio 1869 la somma di L. 2000 = per servire alle somme spese = S'incarichi il Sindaco per l'esecuzione della presente. Fatto ecc. = Il Sindaco

Il Consigl. Anz. Il ViceSeg.

ELENCO DELIBERAZIONI

TORNA ALL'ELENCO 1866-69

a cura di Paolo Chiaselotti