Prima pagina | Curiosità | Immagini | Cronologia | Delibere | Argomenti | Cronaca | Cognomi | Emigrati | Mestieri | Strade | Contrade | Prezzi | Cronistoria
Questa pagina fa parte del sito L'Ottocento dietro l'angolo di Paolo Chiaselotti

 
Il cognome De Bonis è originario di Bisignano (in quella città sono presenti i famosi liutai De Bonis). La prima registrazione a Sammarco (questo l'antico nome dell'attuale San Marco Argentano) del 1810 con la nascita di Michelina, figlia di Pasquale De Bonis e di Mariangela Affisio (o Affizio, Affrisio, Afflisio). Dall'atto di matrimonio in seconde nozze sappiamo che Pasquale, calzolaio, era nato a Bisignano, ove era nata anche la figlia Maria Rosaria che si sposò a San Marco Argentano. Il nome di lei compare anche come madre nubile di tre figli: Carolina, Luigino e Domenico.
Quest'ultimo fu inquisito dal governo borbonico per partecipazione ai moti insurrezionali del 1848.
Nel libro delle entrate del Monastero delle Clarisse del 1773 è citata la "bottega di carpenteria del maestro Francesco de Bonis, figlio di maestro Vincenzo", probabili capostipiti dell'albero sopradescritto.
Surname De Bonis is originating from Bisignano (where nowadays a famous family of lutemakers is living). The first registration in Sammarco (old name of San Marco Argentano) is in 1810, birth year of Michelina, daughter of Pasquale De Bonis and Mariangela Affisio (oo Affizio, Affrisio, Afflisio). Through the second marriage record of Pasquale we knew that was a shoemaker, and was born in Bisignano, where his first daughter Maria Rosaria was born. She married in San Marco Argentano twice. Maybe that she was the same person that was registered as unmarried mother of three children: Carolina, Luigino and Domenico. The last one was inquired by the bourbonic government into Revolution of 1848.
A workshop of Francesco de Bonis and his father Vincenzo in San Marco is mentioned in the budget of the Nunes of Santa Chiara in 1773; maybe they were the heads of this family.