Prima pagina | Curiosità | Immagini | Cronologia | Delibere | Argomenti | Cronaca | Cognomi | Emigrati | Mestieri | Strade | Contrade | Prezzi | Cronistoria
Questa pagina fa parte del sito L'Ottocento dietro l'angolo di Paolo Chiaselotti
(foto, photo)


 
Il cognome compare nel 1849 con il matrimonio di Filiberto, proprietario di Fagnano, con Tommasina Campolongo. Sull'atto troviamo scritti sia i nomi dei genitori degli sposi che il nome dell'avo paterno di Filiberto: Leonardo. Nel 1872 si spoò a San Marco un figlio di Filiberto, Luigi Iacovini con Nicoletta Campolongo. Inoltre Maria Teresa Iacovini, sorella di Filiberto, sposò Vincenzo Talarico a Fagnano, e abitò a San Marco ove ebbe due figli. Il cognome compare anche in due atti del decurionato del 1823 e del 1825 dai quali apprendiamo che "don" Luigi Iacovini era agente ripartitore incaricato del progetto di divisione dei tre demani ecclesiastici denominati Amendolara, Coppolilla (o Pezza roncata) e Cimino, e che un don Francesco Iacovini, arciprete di Fagnano, era stato chiamato a San Marco in occasione delle prediche quaresimali. Nel 1875 Maria Teresa Iacovini, vedova di Vincenzo Talarico, citata per danni alla fontana di Santo Marco.
I nomi di un Carmine Iacovino e del padre Giuseppe, "della Terra di Fagnano" compaiono nel libro delle entrate delle Clarisse del 1773 quali percettori di un censo di ducati settanta redimibile all'otto per cento.
L'albero sopra rappresentato è stato esteso ad altri antenati ricavati da documenti messi cortesemente a disposizione dal dott. Raffaele Iacovini. Ringraziamo inoltre il dott. Ezio Iacovini per le informazioni fornite su altri membri della famiglia. Vogliamo infine ricordare la figura dell'ing. Nelson Iacovini, autore della "Nuova teoria del reddito e della pianificazione finanziaria".
In 1849 the surname appears in the marriage of Filiberto Iacovini, owner of Fagnano, with Tommasina Campolongo. In the record we can read the names of their parents and of the bridegroom's grandfather: Leonardo. In 1872 a Filiberto's son, Luigi, married Nicoletta Campolongo. Finally Maria Teresa Iacovini, a sister of Filiberto, married Vincenzo Talarico in Fagnano, and she lived in San Marco where she had two sons.
The surname is present also in two documents of the council of town, in 1823 and 1825; through them we knew that Luigi Iacovini had been entrusted with the division of three ecclesiastical lands, Amendolara, Coppolilla (or Pezza roncata) and Cimino, and that don Francesco Iacovini, priest of Fagnano, was entrusted with the Lent sermons by the town of San Marco. In 1875 Maria Teresa Iacovini, widow of Vincenzo Talarico, was sued by the administrators of the town for damages to a public fountain.
Carmine Iacovino and his father Giuseppe, from Fagnano, are mentioned in the budget book of Nunes of Santa Chiara in 1773 for a loan of seventy ducati with a rate of eight per cent.
We found the Iacovini's heads in old documents that dr Raffaele Iacovini kindly sent to us. We thanks also dr Ezio Iacovini who gave informations about other people. We want remember ing. Nelson Iacovini, author of "New theory of income and financial planning"