home

 Dall'Argentina ... con amore
I fratelli Salvatore e Ferdinando Dardis, nelle foto con le rispettive consorti, sono nati a San Marco, ma emigrarono ancora bambini con i genitori in Argentina. Mancavano dal loro paese da sessant'anni. Il padre, Mario, aveva la bottega da calzolaio alla piazza di basso, e molti ancora si ricordano di lui e dei suoi figli, con cui condivisero amicizia, svaghi e i primi anni di scuola. Benvenuti e una buona permanenza nella vostra città!
Salvatore Dardis e signora Ferdinando Dardis e signora
Maria del Rosario Fazio Cruz, nelle foto con il marito Roberto e i figli Manuel e Victoria, discende da nonno sanmarchese: Raffaele Fazio, appartenente ad una famiglia di laboriosi artigiani esperti nella lavorazione del ferro e in particolare di porte di sicurezza. Possiamo dire che tutte le porte in ferro e le relative complicate serrature furono realizzate da questi artigiani. Un fratello di Raffaele aveva sposato una Mileti (artigiani edili) e una bella foto d'epoca con entrambe le famiglie è pubblicata nella sezione delle Immagini del Novecento.

(Scaricare o visualizzare le foto per ingrandirle)
Famiglia Maria del Rosario Fazio Cruz Famiglia Maria del Rosario Fazio Cruz
Giovanni Bruno (vedi Bruno, ceppo 14) emigrò giovanissimo in Argentina. Il suo ritorno a San Marco dopo quasi quindici anni è stato molto commovente: ne siamo stati diretti testimoni al momento in cui abbiamo scattato questa foto ricordo nella sala consiliare, dove il nostro concittadino con la moglie Maria Antonietta e i parenti sono stati ricevuti dalla sindaca Virginia Mariotti. Gli auguri piuù affettuosi dalla redazione di una buona permanenza e di un rientro pieno di ricche esperienze e di incancellabili ricordi.
Coniugi Giovanni e Maria Antonietta Bruno dall'Argentina
Claudia e Rafaela Dardis ritratte con il cugino Romolo Ferretti e Franco Di Cianni (alias "Partecipa") davanti al Bar Centrale in piazza Umberto I. È la prima volta che vengono nel paese di origine del padre Giuseppe (Dardis ceppo 1), emigrato e stabilitosi definitivamente a La Plata.
Benvenute e auguri!
Romolo Ferretti Claudia e Rafaela Dardis Franco Di Cianni
Eliana Romagialli (nella prima foto a destra) è nata e vive a Buenos Aires, dove oltre cinquant'anni fa emigrarono i nonni Ivana De Matteo e Angelo Tenuta, entrambi di San Marco. Nelle due foto è ritratta con la cugina Luisa (sua madre Carmelina e Ivana erano sorelle) nella piazzetta sovrastante la casa di abitazione dei nonni e dinanzi il negozio che fu del bisnonno Ciccio De Matteo. L'emozione di Eliana è immensa per il suo primo viaggio in Italia e nella città di origine della famiglia. Arrivederci a presto!
(Scaricare o visualizzare le foto per ingrandirle)
Eliana e Carmelina Eliana e Carmelina
Il signor Alfredo Donato, al centro della foto, partì tredicenne dal suo paese, Caraffa in provincia di Catanzaro, per l'Argentina, dove ebbe l'occasione di conoscere Merigio Mariotti, nostro concittadino, anch'egli emigrato. L'amicizia si saldò al punto che ogni qual volta Alfredo torna in Calabria non manca di fare una visita al paese del suo amico. Qui è ritratto sulla torre di San Marco con il figlio di Meriggio, Francesco e la moglie di questi Francesca Novello. Auguri signor Alfredo e porti un nostro caloroso saluto a tutti gli italiani in Argentina.
Francesco Mariotti Alfredo Donato Francesca Novello
L'avvocato Flavio Fabian Seijo Santagada è nipote per parte materna di Giovan Battista Santagada, che fu sindaco di San Marco nel 1946 prima di emigrare in Argentina. Con la famiglia composta dalla moglie Lliana Beatriz Manfredi e i figli Nicolas Lucas e Franco Luciano, è venuto nella città di origine per rivedere i luoghi e le persone a cui è sempre stato affettuosamente legato. La foto è stata scattata nell'aula consiliare mentre offre un dono ricordo al sindaco Virginia Mariotti, che assieme al vicesindaco Giuseppe Mollo si recò anni or sono a Mar del Plata per un incontro con la comunità sanmarchese presente e attiva in quella città.
Il viaggio di allora, che vide presenti amministratori e rappresentanti, aveva l'obiettivo di un gemellaggio tra le due comunità, che a tuttoggi, però, non si è ancora concretizzato. Nella foto, a destra, Michele Guaglianone, cugino dell'avvocato Flavio F.Seijo.
Amministratori e famiglia Flavio Seijo Santagada
Aurora Giovane, a sinistra, con la cognata Nilda Deluca Giovane (moglie di Casildo, fratello di Aurora) in un giorno di mercato sulla via XX settembre. Aurora è nata a San Marco ma è emigrata giovanissima in Argentina dove attualmente risiede. Il ricordo del proprio paese e delle origini è sempre forte; ritornare a San Marco risveglia sempre ricordi ed emozioni: i parenti, i luoghi, gli amici.

Aurora Giovane & Nilda Deluca Giovane
Patricia Calabria è nata in Argentina, dove agli inizi del Novecento emigrò suo nonno. La ricerca delle proprie origini è spesso alla base di viaggi nelle regioni e nei luoghi da cui gli antenati partirono, spesso senza trasmettere alle nuove generazioni le informazioni essenziali. Sia a San Marco che nella vicina Cerzeto e soprattutto lungo la costa, tra Paola e Fuscaldo, il cognome Calabria fu presente nell'Ottocento, per poi diffondersi in altri comuni. Auguriamo alla signora Patricia di venire a capo della sua ricerca. In ogni caso la sua visita a San Marco Argentano ci onora e vogliamo ricordarla con questa istantanea che la ritrae con il marito Alfredo Iorio e i figli Antonio e Matias.
Auguri e un caro saluto dalla redazione. A presto!
Patricia Calabria Alfredo Iorio
La dottoressa Angeles Nico e il compagno Marcello Mingrone hanno entrambi origini calabresi: lui da Rossano e lei da San Marco Argentano. Nel loro viaggio nella terra degli avi hanno fatto tappa nelle rispettive località di origine e il nostro referente delle famiglie sanmarchesi emigrate ha colto con piacere l'occasione per accompagnarli nel loro tour della memoria, alla scoperta di identità e luoghi che affondano le radici nel XIX secolo. La famiglia Nico, infatti, non ha più discendenti viventi a San Marco, ma tutti sparsi in Argentina, Brasile, Stati Uniti. È sempre un piacere grande incontrare qualcuno di loro e "tomar" assieme un buon bicchiere di vino dell'Esaro. Nelle foto sottostanti al Municipio con la sindaca Virginia Mariotti, con gli assessori Giuseppe Mollo e Angela Petrasso, e lei in via Mirabello ove nacque il bisavo Giovannino Alberto.
Angeles Nico Marcelo Mingrone e Sindaco San Marco Argentano Angeles Nico e Marcelo Mingrone e assessori San Marco Argentano

Angeles Nico a San Marco Argentano in via Mirabello
Lidia Ignacia Peralta Sperlungo con il marito Armando Paceco vive a Mar del Plata e discende da nonni sanmarchesi. Infatti Gennaro Antonio Sperlungo ed Emilia Presta entrambi nati a San Marco, si sposarono nel 1919 ed abitarono per alcuni anni in contrada Iotta dove nacquero due figli, tuttora viventi a Mar del Plata, prima di emigrare in Argentina, ove nacque la madre di Lidia Ignacia. I signori Sperlungo-Paceco hanno voluto conoscere i luoghi di origine e un po' della storia familiare, in questo aiutati dal nostro "genealogista locale".
Lidia Ignacia Peralta Sperlungo & Armando Paceco Lidia Ignacia Peralta Sperlungo & Armando Paceco
Silvano Occhiuzzo (a destra), nato a San Marco, emigrò in Argentina con i genitori Arnaldo e Lucia quando aveva appena un anno. È la seconda volta che viene in Italia per rivedere il paese natio e i parenti. Lo abbiamo incontrato al bar del Corso con la moglie Zulma e il cugino Franco Sarpa.
Il ceppo di appartenenza familiare (vedi geneaologia n.2) era originario di Cetraro e comprendeva almeno due delle famiglie Occhiuzzi oggi presenti a San Marco, quella di Silvano (Occhiuzzo-Bifarelli) e quella di contrada Malosa (Occhiuzzo-Bianco). Sappiamo che membri di questo ceppo emigrarono in USA e Argentano.
Silvano Occhiuzzo & Zulma Zipan
Celestino Gullo-Lavigne è oriundo sanmarchese per parte di madre. Maria Elena Gullo era figlia di Enrico (1878), figlio a sua volta di Gaetano [G]Ullo: diretti parenti dei signori Gullo tuttora presenti nella nostra cittadina. Proprio per rivedere la sua famiglia e i bei luoghi di origine, Celestino è venuto a San Marco con la moglie Michele Martinez e le figlie Martina e Cloe, accompagnate dalle amiche Lara e Alessia. Nella foto sono davanti al Museo Civico accompagnati da Franco Mercorello Chimenti, marito della loro congiunta Lorella Gullo.
Famglia Lavigne-Gullo
Alejandro Weinberger vive a Mar del Plata, città che conta il maggior numero di emigrati sanmarchesi in Argentina. Una delegazione di amministratori si recò in quella città per un incontro con la comunità italiana, e dopo oltre cinque anni Alejandro ha deciso di ricambiare la visita. È la prima volta che viene nel paese in cui nacquero la madre e i nonni (albero della famiglia di origine: Fragale).
Ha avuto occasione di incontrare amministratori e delegati conosciuti nella sua città e di vedere per la prima volta i cugini e i luoghi in cui è nata la madre. A lui, alla moglie Maria, ai suoi familiari e a tutti i sanmarchesi in Argentina un affettuoso saluto dalla redazione del sito.
Alejandro Weinberger a San Marco Argentano Alejandro Weinberger a San Marco Argentano Alejandro Weinberger a San Marco Argentano
Alejandro Weinberger a San Marco Argentano Alejandro Weinberger a San Marco Argentano
Alejandro Weinberger a San Marco Argentano
Il Rotary Club, distretto di San Marco Argentano - Valle dell'Esaro, ha promosso un'iniziativa per far conoscere ai giovani figli di emigrati della nostra area la loro terra di origine: la scelta caduta su Veronica Antonucci che non aveva ancora avuto l'opportunità di visitare la città da cui vari decenni addietro erano emigrati i nonni. Nelle due foto, scattate in occasione della riunione a lei dedicata, Veronica con il presidente del club Rotary ing. Saverio Bianchi e con il cugino ing. Italo e signora.
Veronica Antonucci a San Marco Argentano Veronica Antonucci a San Marco Argentano
Paula Veronica, qui con il marito Alejandro e il figlio, è venuta a San Marco per conoscere il paese in cui era nato suo nonno Raffaele (figlio di Gennaro Antonio Sperlungo e di Amelia Presta. Come molti altri oriundi sanmarchesi, Alejandra ha trovato subito quella calorosa accoglienza che tradizionalmente San Marco offre a tutti i suoi visitatori.
Paula Veronica e Alejandro Eduardo a San Marco Argentano
Giovanissima e intraprendente, l'architetto Maria Eugenia Nico, ha alle spalle conoscenze professionali di tutto rispetto, che ha voluto approfondire nel suo recente viaggio attraverso le bellezze naturali e monumentali dell'Italia. Nel suo tour ha riservato un posto d'onore alla città di origine, dove era nato il suo bisavo Giovannino Alberto Nico. La foto è stata scattata in via Mirabello, un tempo via Occidentale, dove si trovava la casa dei suoi antenati. Anni addietro suo zio Andres aveva aperto ... la strada per questo tour della memoria. Attendiamo con piacere l'arrivo di altri discendenti.
Un affettuoso saluto anche dalla redazione del sito e ... arrivederci a presto.
Maria Eugenia Nico a San Marco Argentano Maria Eugenia Nico a San Marco Argentano
I signori Spadafora-Dino vengono da Buenos Aires, ma le loro origini sono sanmarchesi, anzi la signora Salvina nacque proprio a San Marco. Una foto ricordo a casa del prof. Chiaselotti per un aggiornamento dell' albero genealogico (ceppo 3) di questa laboriosa famiglia giunta nel nostro Comune oltre un secolo fa da Carolei. Con Salvina (al centro) i suoi figli Fabiana e Daniel (a sinistra) e il cugino Italo Mauro con la compagna Elvira.
Salvina Fabiana Daniel Dino Spadafora
Il signor Alberto Enrique Marotta viene dalla parte estrema dell'Argentina e precisamente da Ushuaia, nella terra del Fuoco. La sua permanenza a San Marco è legata alla ricerca delle origini, nei comuni di San Sosti e Mottafollone, ove nacquero i suoi nonni e da dove emigrarono molti anni addietro.

Alberto Enrique Mariotta
Casualmente due gruppi di argentini, uno oriundo di San Marco e l'altro di Mongrassano, si sono incontrati lungo il corso XX settembre. Abbiamo colto il momento per fotografarli e farceli presentare dai rispettivi parenti. A destra i signori Soria, fratello e sorella, di Mongrassano, cugini di Elvira (al centro con polo rossa), a sinistra Maria Teresa Muro e Lucia Chiaravia tra i cugini Emanuele ed Elena.
Maria Teresa e Lucia sono nipoti di Filomena Veniace, generalmente conosciuta col cognome della madre Pasqualina Domanico.
Un benvenuto a tutti loro con l'augurio di un piacevole soggiorno da parte della redazione.
da_argentina
Alberto Termine (omonimo del sindaco e forse anche discendente da antenati comuni) ha scoperto da poco tempo le sue origini sanmarchesi grazie al sito "L'Ottocento dietro l'angolo". Da un anno aveva prenotato un viaggio in Italia, con una breve puntata in Sicilia, credendo fosse quella la regione da cui erano partiti i suoi antenati molti anni addietro. Dopo aver scoperto che in realtà il suo bisavo Angiolino Termine era nato a San Marco, dove si era sposato con Rosina Perrotta e aveva avuto una prima figlia Maria, prima di partire per l'Argentina, ha cambiato rotta dirigendosi verso il nostro "pueblo". Qui ha avuto il piacere di incontrare anche i suoi lontani cugini, che, avvisati del suo arrivo, non hanno fatto mancare il calore della tradizionale ospitalità calabrese. Nelle due foto Alberto e la moglie Sandra presso i parenti.
Un affettuoso saluto anche dalla redazione del sito e ... arrivederci a presto.
Alberto Termine Y Sandra Olivieri Alberto Termine Y Sandra Olivieri
Rafael e Florence sono venuti dall'Argentina per visitare il paese da cui molti anni addietro partì il bisnonno Raffaele (era nato nel 1865 da Vincenzo Arcuri e da Maria Teresa Arnone). La famiglia Arcuri (ceppo 2) discendeva da un notaio, Fortunato Arcuri, e per più generazioni i discendenti svolsero la professione di sarti. Abitarono nella zona centrale del centro urbano. Emigrato in Argentina, dove si sposò, Raffaele continuò la professione ad alti livelli. I discendenti, compreso Rafael, sono tutti artisti.
Rafael è tornato a San Marco una seconda volta (vedi foto sottostanti).
Rafael Arcuri e Florencia Rafael Arcuri e Florencia
Rafael Arcuri
Il signor Agustin è venuto dall'Argentina con la moglie Claudia per visitare il paese in cui nacque agli inizi del Novecento la nonna Angelina Allegretti. Nelle foto sotto sono in prossimità del quartiere San Pietro dove era nata la nonna e dinanzi la chiesa di San Marco Evangelista che nei racconti di una zia era la chiesa in cui si recava a pregare prima di emigrare in Argentina.
Agustin e Claudia Agustin e Claudia
Giuseppe Libonati è venuto a visitare il paese in cui era nato suo padre. Qui è con la moglie Marta Vasquez dinanzi la casa dove abitavano i suoi antenati e nella foto a destra con la moglie del primo cugino Franco Sirufo.
Giuseppe Libonati & Marta Vasquez Giuseppe Libonati & Marta Vasquez & cugina
Jorge Omar Cipolla, discendente da bisnonno nato a San Marco Argentano (Giovanni 1858, ceppo n.2), è venuto, per la prima volta, nella città di origine come cittadino italiano, con la moglie Maria Eugenia e la figlia Sibila Maria. Nelle foto sotto ritratto con alcuni discendenti del suo stesso ceppo. Un affettuoso saluto e gli auguri della redazione a tutti i Cipolla.
Jorge Sibila Eugenia Cipolla e parenti Jorge Sibila Eugenia Cipolla e parenti

Jorge Sibila Eugenia Cipolla e parenti
Patrizia Dardis, figlia del sammarchese Francesco Dardis, dall'Argentina in visita al paese d'origine del suo genitore. Qui alla TORRE!!!
Patrizia Dardis Patrizia Dardis
Domenico e Francesco Cipolla sono tornati alla natia San Marco da Buenos Aires per rivedere parenti e amici. Un viaggio nei ricordi pi lontani, soprattutto per Francesco che mancava dal suo paese dall'infanzia. Nella foto a sinistra sono ritratti da soli in piazza Umberto I e a destra con i cugini Salvatore ed Egidio.
Un caro saluto e i migliori auguri dalla redazione del sito.
Francesco e Domenico Cipolla Francesco, Domenico, Salvatore, Egidio Cipolla
Luigi Solamo, a sinistra, definitivamente rientrato dall'Argentina dove era emigrato nel lontano 1952. Qui è ritratto con il nipote Bruno Siciliano e con Giovanni Dardis.
Luigi Solamo
Il nonno di Anabel si chiamava Vincenzo Talarico, fratello di "mastro" Dante e "mastro" Carlino. Anabel è nata in Argentina ed è venuta per la prima volta in Italia. Nelle foto sottostanti Anabel (con i calzoni neri) è assieme ai parenti.
Anabel Anabel Anabel
Anna Maria Arnone (al centro della foto) è venuta a San Marco per vedere i parenti e i luoghi d'origine. Qui è con la cugina Irene e il marito di quest'ultima sul corso principale del paese in occasione dell'agosto sanmarchese 2009.
Anna Maria Arnone
Maria Verònica Vivone, discendente dal ceppo maggiore dei nostri concittadini, è venuta in Italia alla ricerca delle sue origini. Nelle foto è con il suo amico Juan Cruz, anch'egli argentino di origine italiana.
Maria Veronica VivoneMaria Veronica VivoneMaria Veronica Vivone
S. Sanchez Cervo, nipote di Francesco Cervo nato a San Marco Argentano, è venuta dall'Argentina per visitare i luoghi dove era nato il nonno. Nella foto a destra è con il marito J.Quinn e i figli, e a sinistra con il sindaco Giuseppe Mollo che li ha ricevuti e l'accompagnatore M. Principe che li ha guidati nella visita alla città normanna.
Quinn Sanchez CervoQuinn Sanchez Cervo
I coniugi Claudia e Oscar Pontoriero hanno "scoperto" la città di San Marco quasi "per caso". Dopo aver visitato la Torre, l'abbazia della Matina, la cripta del Duomo, la chiesa della Riforma hanno espresso giudizi molto lusinghieri sulla nostra città per la ricchezza di cultura, di storia, di arte.
Claudia e OscarClaudia e Oscar
Marcello Basile è venuto a San Marco Argentano per conoscere il paese e i luoghi dove vissero i suoi antenati Ferdinando e Nicoletta Pugliese e dove nacque il suo bisavolo Carmine Basile emigrato giovanissimo in Argentina. Nelle foto sottostanti è nei quartieri in qualche modo legati alla storia della sua famiglia di origine.
Marcello BasileMarcello Basile
Stella Maris Sgrignieri discende da nonno sammarchese. È venuta nel nostro paese con il marito Jorge Dzodan per visitare i luoghi dove nacquero e vissero i suoi antenati. Hanno scattato alcune foto ricordo del loro viaggio nei pressi della torre normanna e nella sala municipale con il sindaco Giuseppe Mollo.
Stella Maris Sgrignieri e Jorge DzodanStella Maris Sgrignieri e Jorge Dzodan
Fabio è nato in Argentina e vive in Italia. Da molti anni mancava da San Marco, città alla quale è legato da vincoli affettivi e familiari; è voluto ritornare con tutta la sua famiglia in occasione dell'Estate Sammarchese 2007. Dall'Argentina ci ha inviato una foto con la mamma Alba Dores. Auguri e felicità!
Fabio e famiglia Fabio e famiglia
Andrés Nico in visita nel paese ove nacque il nonno Alberto (nella foto a destra con la moglie Josefa Bancora). Nelle due foto a sinistra André è ritratto alla Torre e al Mulino di Mezzo.
dottor Andrés Nico dottor Andrés Nico Alberto Nico e Josefa Bancora
Riceviamo e volentieri pubblichiamo alcune fotografie che ritraggono il nostro concittadino dott. Franco Oranges, console a Buenos Aires (in basso descrizione delle foto)
Nella prima foto in alto il console dott. Franco Oranges, a sinistra, con il senatore Luigi Pallaro, il console generale dott. Placido Vigo e l'on.le Riccardo Merlo.
La seconda foto è stata scattata in occasione della inaugurazione del nuovo Consolato Generale d'Italia a Buenos Aires, avvenuta a marzo 2006. A destra il console, dott. Franco Oranges, con una parte del suo staff (Ufficio Passaporti, Ufficio Vistingressi in Italia, Stato civile, Cittadinanza, Anagrafe e cassa contabile) e al centro l'On Mirco Trenaglia, già Ministro per gli Italiani all'estero. Dietro il Console Generale Dr. Placido Vigo.
La terza foto ritrae il console, dott. Franco Oranges (secondo da sinistra), al coctail offerto dall'Addetto Militare, Colonnello Giovanni Varesio, nella sua residenza di servizio in Buenos Aires, in occasione della festa dell'Arma dei Carabinieri del 5 giugno 2006. Da sinistra un funzionario, il dott. Oranges, il Luogotenente dell'Arma dei Carabinieri Alfonso Buondestino, un ultraottuagenario carabiniere in pensione, altri Carabinieri, l'Ambasciatore d'Italia dott. Stefano Ronca, il Generale Comandante di tutte le Forze di Polizia in Argentina, il nostro Colonnello Varesio ed altri Carabinieri addetti alla sicurezza presso il Consolato e l'Ambasciata.