Prima pagina | Curiosità | Immagini | Cronologia | Delibere | Argomenti | Cronaca | Cognomi | Emigrati | Mestieri | Strade | Contrade | Prezzi | Cronistoria
Questa pagina fa parte del sito "L'Ottocento dietro l'angolo"  (http://www.sanmarcoargentano.it/ottocento/index.htm) di Paolo Chiaselotti

DAL REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DEL CONSIGLIO

16 ottobre 1875 - 29 novembre 1877

Pag* DATA OGGETTO
1 16.10.1875 "Danni alla fontana" "...Santo Marco ....piantagione illegalmente eseguita sulla superficie dell'acquidotto e con l'apertura di un fosso adiacente alla fontana istessa ...per una nuova fontana,.... molestie provveniente dal proprietario del fondo Sig. Teresa Iacovino qual madre e tutrice dei figli Francesco e Giovannina Talarico.." Adunanza Ordinaria Autunnale. Servente comunale addetto al recapito dell'avviso ai consiglieri è Bruno Greco. Il sindaco è dimissionario. Sindaco ff. Luigi Sacchini. Consiglieri sono: Cantisani Gaetano, Cristofaro Eduardo, Valentoni Luigi, La Regina Vincenzo, Amodei Francesco, Misuraca Gaetano, Perrotta Vincenzo, La Regina Francesco, Catalano Leone, Picarelli Gaetano, Selvaggi Carlo, Manfredi Saverio, Candela Vincenzo, Candela Antonio, Canonico, Campagna, Campolongo, Sarpi, Conti. Segretario del consiglio è Raffaele Cristofaro
3 16.10.1875 "Domanda Amodei Carlo" per essere esonerato dalla carica di tesoriere comunale (trascritta sul verbale). Il motivo "..perchè i Municipii debitori anche in vista dei ratizzi [resi] esecutorii dall'Ill.mo Sig. Prefetto rifiutano per futili motivi il pagamento...". Istanza al Prefetto per imposizione somme nei bilanci dei Comuni debitori
5 18.10.1875 Perizia per "accomodi strada Cuponi" del sig.Sarpi. L.400
9 31.10.1875 "Nomina di avvocati" "...per tutte le liti ed affari che riguardano questo Comune...1 Pel Tribunale il sig.Giuseppe Arabia 2 Per la Corte di Appello il Sig. Enrico De Seta 3 Per la Cassazione il sig. Luigi Landolfi.."
11 31.10.1875 "Ruolo Sovrimposta" "....Conto Presuntivo un disavanzo di L.1600 ... si dovette ricorrere alle sovraimposte." Il consiglio delibera "sospendersi l'esecuzione del ruolo suppletivo fino al 1876..."
13 31.10.1875 "Nomina del Maestro Elementare" in sostituzione del Sig. Roberti "...rinviata in attesa del nuovo "elenco dei patentati"
14 31.10.1875 "Demani Comunali Cerreto e S.ta Agata" "..e Molara dei quali non si percepisce reddito alcuno da parecchi anni...perché non si è adempiuto alle...prescritte Leggi Demaniali. ...Gli altri due fondi Molara e S.a Agata ottenuti già da eseguite divisioni demaniali dovrebbero venir suddivisi ai Comunisti¹ dopo di essersi reintegrati nella primitiva estensione. In altre gravi usurpazioni sono accadute nel latifondo pur demaniale appellato Montagna Magna e nell'altro di consimile natura Serramadamma ed infine il demanio Scatozza va per la totalità posseduto in nome del Capitolo di questa Cattedrale.." Richiesta al Prefetto perchè "..si proceda mercé un agente demaniale 1 alla divisione del fondo Cerreto 2 alla suddivisione dei demani S.Agata e Molara dopo averne reintegrato la parte occupata 3 Procedere alla formale reintegra delle usurpazioni nei fondi Montagna e Serramadamma 4 ed infine per ......Scatozza spedire...gli atti che ne omologano la censuazione se esistono e quindi di fatto procedersi alla reintegra e alla quotizzazione."
¹Comunisti in questo caso sta per quotisti, ma è interessante notare che il termine era usato in maniera appropriata (destinatari e beneficiari di un bene comune).
Vi sono alcune sottolineature e un appunto con matita rossa "Demani" eseguiti in epoca successiva.
17 29.11.1875 Rinviata "..a domani alle tre pomeridiane" per mancanza di numero legale

 

 

Foglio bianco con scritto su entrambe le pagine "Alba" (pagina bianca)
21 30.11.1875 "Demanio Cerrito" "Occorre dichiarare se il Municipio intende avere dal Demanio dello Stato succeduto alle soppresse Chiariste di S.Marco la metà del fondo Cerreto in natura ovvero avere la metà del prezzo di detto fondo per quanto risulta dall'esperimento dell'asta per pubblica gara .... per veder finita la pendenza che da tanti anni non si è potuta risolvere.." Il valore è la metà di lire. 37.362,40 .Il consiglio delibera "...che la vendita deve farsi in nome del Comune...e che il ritratto della vendita dev'essere reimpiegato con rendita iscritta nel Debito Pubblico..." Una evidenza a margine con matita rossa di epoca successiva
25 30.11.1875 "L'epoche delle prestazioni stradali" (I cittadini erano tenuti a prestare il proprio lavoro per la costruzione della strada obbligatoria o, in caso di mancata prestazione, a versare una somma sostitutiva) "...fissate nel 1875 non essere addottate al maggior comodo degli agricoltori, nè trova bene [il consiglio] che l'epoche siano divise in due stagioni separate, che tanto incagliano la contabilità; considerando che nello stabilire il valore delle giornate deve tenersi presente l'uso e la consuetudine e che a base dei prezzi correnti in piazza devono stabilirsi i prezzi delle giornate da prestarsi in natura...." Il Consiglio delibera "...l'epoche siano fissate dal 1 marzo a tutto il 31 maggio e stabilire i prezzi....1 giornata di operaio ciascuna L.1,25 2 idem[si riferisce a giornata] da buoi da tiro col veicolo o vacche per ciascuna giornata di un sol bue L.3 3 Idem di Cavalli o Muli da basto e Sella per ciascuna giornata L.2,50 4 Idem per Asini da basto o da sella L.2 incluso il conduttore per gli animali...."
29 30.11.1875 Domanda del sig. Luigi Conti (consigliere) "...quali auree insalubri esalano dall'arco detto dei Sig.ri Conti e quanta insicurezza ispirano ai viandanti notturni del corso Negroni ......chiudersi.....chiede venir autorizzato a ciò fare, offrendo al Comune l'annuo canone redimibile di una lira italiana.....27 ottobre 1875 [Firma]" La pagina termina con ".......e deliberare sul__"
Inserite le pagine di cui alla successiva delibera.
Continua a pagina 39 (computando tutte le pagine inserite) "la fatta proposta " e "....diretta a migliorare le condizioni della principale strada del paese qual'è quella del Corso Negroni......impedire l'esalazione della cloaca che nello stesso [arco] esiste...ove è facile un agguato tanto per la strada Corso Negroni quanto per quella detta Lo Storno..." Il consiglio, in assenza del sig. Conti, delibera con voto segreto (9 su 9) di autorizzare la chiusura, pagando il canone annuo di 1 lira. (Analoga delibera, 109 del 15.5.1863, fu annullata dal Prefetto)
31 30.11.1875 Fogli inseriti (vedi precedente delibera)
A margine è scritto l'oggetto: "Deliberazione del locale detto Arco di Conti lungo il Corso Negroni concesso al Sig. Luigi Conti per l'annuo canone di lire una onde serrarlo". Si tratta di copia integrale su due fogli della precedente delibera e della relativa approvazione della Prefettura (7.1.1876), la quale ultima si compone di due fogli di cui uno bianco, che sono posti tra i due fogli formanti la copia integrale predetta.
41 11.12.1875 Nomina maestro 1a elementare Cesare Siculi (segnalato dal Prefetto) Sottolineature in rosso di epoca successiva.
44 11.12.1875 Nomina Commissione di Sanità Pubblica: Luigi Sarpi medico condotto, Raffaele Misuraca Farmacista, Vincenzo Perrotta idem, Luigi Mele veterinario
45 17.12.1875 Autorizzazione "al Sindaco a stare in giudizio nella causa [di Pasquale] Giorno.." per l'acqua del giardino degli ex Riformati e nella causa "coi Comuni di Fagnano, Cervicati e Rogiano pel pagamento dei Ratizzi Mandamentali."
49 28.11.1875 L'ingegnere capo del Genio Civile ha proposto di aumentare le tariffe delle prestazioni giornaliere (delibera 25) per la strada Comunale obbligatoria e di fissare la misura del ribasso che deve essere accordato ai contribuenti per prestazioni convertite in danaro. Viene respinta la proposta e vengono mantenute le tariffe precedentemente stabilite. "Considerando che l'epoche stabilite sono quelle appunto in cui gli agricoltori trovandosi in corso dei propri lavori non possono prestare le opere in natura, e quindi la conversione [in danaro delle mancate prestazioni] frutta al Comune un fondo molto soddisfacente.."
53 28.11.1875 Approvazione Ruolo delle Prestazioni per l'anno 1876 sulla base dell'elenco dei capi di famiglia. Ammonta a L.7230. Segue foglio bianco
57 17.02.1876 Annullata dal Prefetto la delibera di nomina del conciliatore Francesco Campolongo perché "...non avea l'età voluta". Viene riformulata la terna dei nomi: Leone Catalani, Sacchini Francesco, Sarpi Giuseppe
60 17.02.1876 Approvazione Regolamento di Polizia Urbana (non allegato, nè trascritto. Si veda delibera di giunta n...........)
61 17.02.1876 Autorizzare il Sindaco a ricorrere in Appello contro la sentenza pretorile nella causa contro Maria Teresa Jacovini ("molestie alla fontana Santo Marco" Si veda delibera n.1)
63 13.02.1876 Conto Morale del Tesoriere Carlo Amodei per l'esercizio 1873 sul quale si sono già espressi i revisori. Approvato con rettifiche. Attivo di L.884,46.
67 13.02.1876 Idem per l'esercizio 1874. Approvato. Attivo di L.1644,69.
73 20.03.1876 Stato dei beni incolti del Comune che "...non possiede beni patrimoniali da ritenersi incolti"
75 20.03.1876 Contabilità delle Guardie Urbane Mobili dell'anno 1862, corretto errore di addizione. Approvata
76 20.03.1876 Nomina vice conciliatore. Terna di nomi: Sacchini Luigi, Conti Luigi, Agostino Canonaco
79 16.04.1876 Seduta ordinaria Primaverile 1876. Seduta rinviata per mancanza di numero legale.
80 19.04.1876 Rinnovo del quinto dei consiglieri. ".... è di numero quattro consiglieri, cioè i sig. Cristofaro Eduardo, Manfredi Saverio, Sarpi Francesco, Canonico Agostino che scadono dall'ufficio per anzianità.."
90 20.04.1876 Bilancio Comunale 1876 (non c'è altro scritto tranne le firme del Consigliere anziano e del Presidente). Il testo è scritto su cinque righi tra la precedente delibera e la seguente con calligrafia diversa
90 29.04.1876 "...in seduta ordinaria di primavera". Sciolta la seduta per mancanza di numero legale
91 02.05.1876 Ricorso in appello contro la sentenza del Tribunale del 28 febbraio 1876 a favore del Principe (segnato a margine N.2)
93 02.05.1876 Esame proposta per ricorso in appello contro la sentenza della Pretura a favore di Pasquale Giorno "..fittuario del giardino degli ex Riformati [attuale seminario]..". Sospendere per "trattare una conciliazione nei limiti di L.150" spese comprese. (segnato a margine N.3)
94 02.05.1876 Proposta del Prefetto per modifica Servizio di Baliatico (si tratta di affidare la gestione contabile al Tesoriere). Il consiglio delibera di "..non accettare le proposte modifiche e di optare pel sistema finora in atto.."
96 02.05.1876 Nomina delegati per Commissione di 1 grado sull'applicazione delle imposte (Valentoni Luigi, Conti Luigi, Cristofaro Eduardo, Candela Vin., Catalano Leone, Picarelli Gaetano, Misuraca Raff., Misuraca G., La Regina V., Sarpi Fran.
97 16.05.1876 Autorizzazione all'esazione delle rendite patrimoniali del Comune "...facoltando il tesoriere Sig. Carlo Amodei ad esigere le rendite patrimoniali.."
99 16.05.1876 Contrazione prestito con la Cassa di Risparmio per colmare il disavanzo del bilancio (Foglio bollato composto da quattro pagine aggiunto e legato con laccio ad altri fogli formanti corpo unico con il registro. Ciò comporta una discordanza di data al n.103).
100 16.05.1876 Schema di contratto per vendita fondo Cerreto in base a delibera del 30.11.1875
102 16.05.1876 Contributo per "Monumento delle ceneri dei fratelli Bandieri". Lire 100
103 02.05.1876 Data discordante , giorno e mese aggiunto con altra grafia (forse per aggiunta del foglio 99?) "Seduta straordinaria." Rigettata dal Ministero in data 10.5.1876 la proposta della Giunta Municipale ( f.41 6.12.1875 ) per l'ubicazione della costruenda stazione ferroviaria in località Spizzirri o Cacce invece che in riva del Turboli.
Nel corpo della delibera "...S. Marco Argentano ha già costruito una strada il di cui sbocco è propriamente al Chilometro 32......[S. Marco] è sede del Collegio Elettorale, Capoluogo di Mandamento, Sede della Diocesi, di una Sezione di Reali Carabinieri, di un Ufficio di Registro e di un importante Ufficio Postale ... la stazione del Turboli in territorio di Cerzeto..... [il comune auspica] l'abbandono del traforo di Maiolungo" Voti al Ministro dei lavori Pubblici . (A margine evidenza con matita rossa di epoca successiva)
111 07.06.1876 In base alla precedente delibera sulla Stazione Ferroviaria, Luigi Sacchini, sindaco ff, propone che una commissione si rechi a Roma per meglio rappresentare la proposta del consiglio, il quale, invece delibera di spedire la delibera per via gerarchica. (E' probabile che giorno e mese siano stati apposti in giorno successivo: l'inchiostro è più chiaro)
112 07.06.1876 "...discussione del progetto delle Fogne o Cloache pubbliche...ritirando la proposta per un più maturo esame"
113 07.06.1876 Nomina Commissione (Vincenzo La Regina, Vincenzo Candela, Vincenzo Perrotta) presieduta dal Sindaco per esame Conti 1867, 1868, 1869 "onde desumerne la inesattezza delle significhe..." su istanza del sig. Perri [ riproposta al n.116]
114 07.06.1876 Modifica elenco stradale (si tratta di strade da costruire) "nel quale sono riportate tre strade la prima quella dall'abitato al territorio di Rogiano, la seconda dal piano della Mattina a Valle Sacchini e la terza dall'abitato di S.Marco al limite del territorio verso Cervicati al varco dei Colombi [più avanti nella stessa delibera "..verso Cervicati fini all'imbocco della consortile Varco dei Colombi che mena a Cetraro"] ..... che sia modificato per la strada al N.3 nei seguenti sensi: Dall'abitato di S. Marco e propriamente dalla strada S. Francesco al rione S. Lauro.[più avanti nella stessa delibera "..toccando possibilmente la montagna a S.Lauro rione di Fagnano"]...più utile di spesa e di facile costruzione
116 07.06.1876 Nomina Commissione (Vincenzo Perrotta, Vincenzo La Regina, Vincenzo Candela) presieduta dal Sindaco per esame Conti 1867, 1868, 1869 "onde desumerne la inesattezza delle significhe..." su istanza del sig. Gaetano Perri [ riproposizione della 113]
117 07.06.1876 Revisione lista elettorale politica 1876 "..Candela Antonio, Del Pazzo Giovanni hanno cambiato domicilio ed il primo è carente di censo...De Pietro Giovanni e Perri Francesco si resero defunti....De Pietro Luigi, De Rose Raffaele, Leporace Lugi, Misuraca Gaetano, Misuraca Pasquale e Mungo Antonio cancellati dal Sig. Prefetto con decreto 29 S[ettem]bre 1875...meritano essere riammessi...per avere rispettivamente censo e qualità..." Il Consiglio "...delibera la lista in N.73 settantatre Elettore."
119 07.06.1876 Nomina Commissione degli Edili: La Regina Vincenzo, Sacchini Luigi, Misuraca Gaetano, Sarpi Francesco
120 07.06.1876 Lista Commerciale 1876 (trattasi della Lista degli Elettori per la Camera di Commercio) "il sig. Sacchini Domenico si è reso defunto...Valentoni Francesco è domiciliato in Napoli ....si cancellino restando la lista di N.16 Elettori"
121 27.07.1876 Autorizzazione al Sindaco per resistenza in giudizio promosso dalla sig.ra Rachele Giovannelli vedova Cristofaro e imputazione spesa per avvocato Landolfi L.100 ( Da questa deliberazione "..sotto la Presidenza del sig. Luigi Valentoni Sindaco. Nota: questa e altre quattro pagine con inchiostro blu)
123 27.07.1876 Revisione Lista elettorale politica "...iscritti i Signori Misuraca Giuseppe, Rocco Luigi e Rocco Raffaele...lista in numero di 76 elettori.."
124 27.07.1876 Lista degli Elettori per la Camera di Commercio "...Francesco Sacchini e Vincenzo Sacchini....lista in Numero diciotto Elettori."
125 01.09.1876 "Sessione Autunnale 1876" Legge 20 marzo 1865 art.230, elezione membri della "Giunta, la quale si trova composta dai Sig. 1 Sacchini Luigi assessore eletto nel 1874 voti 14 2 La Regina Vincenzo idem nel 1875 voti 12 3 Cristofaro Eduardo idem nel 1875 voti 12 4 Perrotta Vincenzo idem nel 1875 voti 11 5 Leone Catalano Supplente eletto nel 1874 voti 13 6 Conti Luigi idem nel 1875 voti 12 ......scadono d'ufficio...Sacchini e Perrotta il primo per aver compiuto il biennale esercizio ed il secondo per lo stesso motivo da poiché egli avea surrogato il Sig. Misuraca Raffaele che avea perduto la qualità di Consigliere. Inoltre deve surrogarsi il Sig. Cristofaro che non conserva oggi la qualità di Consigliere. Deve poi eleggersi un Supplente da poiché il Sig. Catalano ha compito il biennale esercizio." Più avanti "...deve procedersi per suffragi segreti separatamente per la nomina degli Assessori e per quella del Supplente....Terminata la votazione ... con l'asssistenza dei Consiglieri La Regina Francesco e Conti Luigi [rispettivamente] più anziano e più giovine.." Risultato: Sacchini Luigi 12 voti, Perrotta Vincenzo 12, Misuraca Raffaele 9, Carlo Selvaggi 2, i primi tre eletti effettivi e per il supplente eletto Catalano Leone. Nuova giunta: La Regina Vincenzo, Perrotta Vincenzo, Sacchini Luigi, Misuraca Raffaele e supplenti Conti Luigi e Catalano Leone.
130 02.09.1876 Nomina revisori dei conti esercizio 1876. Cantisani Gaetano e Picarelli Gaetano
132 02.09.1876 Approvazione Ruolo Vetture e Domestici 1877 "..numero quarantadue contribuenti e ..somma di Lire Centoquarantasette e centesimi Venti."
133 05.09.1876 "Sessione Ordinaria Autunnale 1876 n.3" "... sopratassa sui generi colpiti da dazio di consumo a pro dello Stato sino al 50 per cento del medesimo.." per l'anno 1877
135 07.09.1876 "Sessione Ordinaria Autunnale 1876 n.4" Imputazione in bilancio somma necessaria"...onde ottenere la sollecita suddivisione dei fondi S. Agata e Molara. ..... considerato che la precedente deliberazione del di Trentuno Ottobre 1875" non fu per tale carenza approvata dal Prefetto
137 12.09.1876 "Sessione Ordinaria Autunnale 1876 n.5" Presa d'atto dimissioni consiglieri Carlo Selvaggi, Vincenzo Candela, Francesco Campolongo, Nicola Campagna e Giacomo Campolongo (nella lettera trascritta integralmente nel corpo della delibera i consiglieri non esprimono i motivi)
139 12.09.1876 Conto Morale della Giunta Municipale per l'esercizio 1875. Il Consiglio "ritenuto che lodevolmente l'Onorevole Giunta ha esercito, gli rende un voto di soddisfazione e di encomio ed approva il Conto suddetto ed in quanto alle fatte proposte il Consiglio le prenderà in seria considerazione per l'immegliamento di questi Amministratori."
139 15.09.1876 "...nomina membri della Commissione per il riesame della pendenza Perri, stanteché il sig. Candela ha cessato di farne parte e deve altresì nominarsi un altro...". Sacchini Luigi e Gaetano Misuraca.
141 23.09.1876 "Sessione Ordinaria Autunnale 1876 " Vertenza Perri Gaetano. Il sindaco fa la cronistoria del caso:"....debitore del Comune quale ex tesoriere...Il Comune nominava una commissione per rivedere i conti ... il potere esecutivo a [fine di ] garantire gli interessi del Comune ravvivò il giudizio di esproprio che era stato sospeso ...[ma].. non intendeva far eseguire la vendita. Quindi con l'annuenza delle SS.VV. e d'intelligenza con la Giunta il proponente [sindaco] richiamava dal Sig.Avvocato Arabia la produzione al fine di far sospendere la vendita..... pagando [Perri] tutte le spese del Bando, notificazione e deposito in Cancelleria può sospendersi la vendita e se Perri non pagherà in dicembre passato si riproducerà la vendita. Ricevute tali assicurazioni pria ancora di dare un riscontro all'Avvocato per la sospensione...chiedo formale autorizzazione delle SS.LL. [i consiglieri] a sospendere la vendita fino a dicembre.....". Autorizzato.
145 27.09.1876 Conto 1875 del Tesoriere Comunale "...non si è personalmente presentato...si è fatto rappresentare dal suo Commesso ...Vista la relazione dei Revisori, che approva.....il Consiglio ad unanimità ha deliberato bonificarsi nell'introito le seguenti partite: 1 Fitto dei fondi S.Agata, Molara e Giardino dei Riformati L.353,80 ...", seguono altre voci e importi. (segue foglio bianco)
153 19.11.1876 "Sessione Straordinaria" Una circolare del Prefetto chiede ai Comuni se intendono formare un Consorzio esattoriale per il quinquennio 1878-1882 e se intendono dividere la Cassa Comunale da quella esattoriale. Il consiglio "a maggioranza di otto contro uno ...delibera non è mestiere formarsi consorzio e dover rimanere l'Esattoria a solo per questo Comune, e che la Cassa del Comune sia divisa dalla Cassa Esattoriale."
155 22.11.1876 Riformulazione terna di nomi per vice conciliatore, non essendo idonei quelli scelti con la terna di cui alla delibera n79. Scelti: Conti Luigi, Sacchini Luigi, La Regina Vincenzo
157 15.12.1876 Rinviata "a domani alle ore 3 pomeridiane" per mancanza di numero legale. Indicati i tre argomenti da trattare: Vertenza Perri, Dazio Consumo e Impianto del Telegrafo
159 19.12.1876 Revisione conti 1867,1868, 1869 ex contabile Perri in debito di L.14536,67. Sostituisce il segretario ammalato un consigliere.
162 27.12.1876 Rielezione Congregazione di Carità (5 di cui uno presidente). Cristofaro Ignazio, presidente, Gaetano Misuraca, Gaetano Picarelli, Leone Cata[la]no, Francesco Sarpi
167 27.12.1876 "..autorizzare la Giunta a far la domanda per l'impianto dell'Ufficio Telegrafico, la di cui spesa fu già votata nel Bilancio.."
169 20.03.1877 Esecuzione tre opere : strada di congiunzione alla stazione ferroviaria, fontana pubblica, impianto del telegrafo per una spesa complessiva di L.11650, "..pari alla somma che questo Comune spera di riscuotere dall'ex contabile Perri... occorre che sia vingolata l'introito Perri per queste tre opere e formare un fondo di cassa proprio senza potersi confondere con altre entrate."
171 20.03.1877 Omologazione verbale 20.1.1877 tra rappresentanti delle finanze dei Comuni di S.Marco e dei comuni albanesi con cui si conveniva la vendita del fondo (quale?), "..ma siccome è pervenuta ordinanza del di 6 marzo 1877 alla quale atteso la natura del terreno non può vendersi...perciò il Consiglio [deve] attenersi a quest'ultima ordinanza.."
171b 20.03.1877 Misura aggio esattoriale (3%) e criteri di nomina dell'esattore (per terna) con le garanzie prescritte dall'art.17 ....
172 20.03.1877 Approvazione delibera di giunta del 15.3.1877. Concessione del Giardino in affitto a Luigi Artusi per L.520 per anni sei
173 07.04.1877 Approvazione Ruolo delle prestazioni 1877 per le Strade obbligatorie comunali. Lire 4029 e 351 iscritti
175 16.05.1877 Relazione all'agente demaniale, presente alla seduta, incaricato della reintegra e suddivisione del fondo Santagata Molara su "limitrofarii..... e su chi ha commesso usurpazioni" Il consiglio fornisce all'agente i seguenti dati relativi ai confini: "Da Ponente con la proprietà di Campolongo Giacomo, da Settentrione figli Giovanni, da Mezzogiorno e Levante figli Agostino. L'usurpazione poi è stata commessa dal Sig. Gigli Agostino, contro il quale pende giudizio, nel quale il Comune riportò Vittoria, e contro cui pende gravame, e perciò si riserba ritirare il relativo incartamento....Il Consiglio deduce poi che il detto fondo Molara e Santagata ha dei confini naturali e visibili da riconoscersi da se stessa la ricognizione dei limiti, come sarebbe il Vallone". (come segno pagina ho trovato un lembo di carta - 7x3cm circa - con scrittura dell'epoca)
179 12.07.1877 Nuova riformulazione terna per la nomina del vice conciliatore, essendo quella del 22.11.1876 annullata per rifiuto di Conti e La Regina di accettare l'incarico. Nuova terna: Candela Vincenzo, Amodei Francesco, Amatuzzi Angelo
183 09.04.1877 "Sess[ion]e Primaverile 1877". Rinviata al 20 aprile 1877 per mancanza di numero legale.
184 20.04.1877 Rinviata per mancanza di numero legale.
185 21.04.1877 Rinnovo quinto dei consiglieri (nove consiglieri, quattro per anzianità e cinque perché si erano dimessi)
187 21.04.1877 Revisione lista elettorale politica 1877. Aggiunti: Benincasa Camillo, Pretore, Campagna Nicola per censo, Conti Emmanuele per censo, Conti Raffaele per censo e qualità, Candela Pasquale per qualità, De Pietro Luigi per censo e qualità, De Rose Raffaele per censo, Picarelli Luigi per censo. Cancellati. Campagna Gaetano, Sarpi Giuseppe, Tarantino Francesco deceduti, Misuraca Giuseppe per mancanza di censo, altri due trasferiti
189 01.05.1877 "Sessione Primaverile 1877" Strada rotabile Mattina Valle Sacchini, proposta dell'appaltatore Deni Giuseppe per uso temporaneo della strada in costruzione essendo " stata chiusa la vecchia strada che dal Municipio fu ceduta ai proprietari in compenso del terreno occupato da quella in costruzione.." Il consiglio considerando urgente la consegna della strada perché "..è prossima l'apertura al pubblico servizio della Stazione Ferroviaria detta di S.Marco Argentano, essendosi già aperta quella provvisoria di Maiolungo....delibera ....concedere al signor Deni Giuseppe a titolo di premio Lire Millecinquecento pagabili nel corso dell'anno 18settantotto sotto le seguenti condizioni.... dal 15 di maggio fino a che non consegnerà....la strada ... transito .... vetture, carri, veicoli,...che l'applatatore deve consegnare definitivamente la strada costruita fra dicotto mesi a contare da oggi.........."
La delibera è interrotta dal foglio contenente la domanda-offerta dell'appaltatore, fissata al registro con laccio, nonchè dalle due delibere seguenti.
197 02.05.1877 Revisione lista elettori per la Camera di Commercio. Composta da 17 nominativi con le cancellazioni di Gaetano Campagna e Domenico Sacchini, deceduti, e l'inserimento di Nicola Campagna
198 02.05.1877 Approvazione definitiva lista elettorale comunale e provinciale. Centosessantasette elettori
200 08.05.1877 Approvazione definitiva lista elettorale poltica. N.72 elettori.
201 13.05.1877 Rinnovo per un quinquennio del capitolato di incarico di segretario comunale a Raffaele Cristofaro con lo stipendio annuo di L.425 oltre " ..gli emolumenti di segreteria .." (E' stato inserito, dall'archivista attuale, foglio mobile composto di quattro pagine ritrovato tra le carte sciolte, contenente detta delibera e il visto di approvazione del Prefetto in data 27 maggio 1877, nonchè l'attestazione di avvenuta affissione all'albo.)
(La pagina inizia con la nota di chiusura della delibera 189)
204 13.05.1877 Riaffitto locale del sig. Gaetano Picarelli di Giuseppe (consigliere) adibito a Pretura. per L.525 annue.
205 13.05.1877 Proposta del Prefetto per la nomina di un terzo maestro elementare. È inutile "perché il numero [degli alunni] che si fa figurare sugli Stati è puramente chimerico ed insussistente ed inoltre il Maestro Elementare Superiore non ha che pochissimi alunni di terza.... e poiché gli alunni della scuola inferiore di questo Comune sono ordinariamente a trenta o poco più delibera ad unanimità non essere necessario...."
207 14.05.1877 Delega alla Giunta per espletamento atti relativi alla strada "che congiunge questo Comune alla Stazione Ferroviaria di Maiolungo"
209 28.11.1877 Nomina dell'esattore in base a proposta della Giunta e a seguito di avviso pubblico: Conti Emmanuele offre l'aggio di L. 3,85, Carlo Amodei (esattore uscente) L. 4,95. Prima del voto dichiarazione del consigliere Francesco Amodei "..essendo stata dalla Giunta apertamente violata la Legge 20 aprile 1871 e le Istuzioni Ministeriali del 25 aprile 1877, nonché la Circolare Prefettizia del 19 Marzo 1877 N.3989......poiché il Sig. Emmanuele Conti trovasi ad avere in sposa la figliuola del Sindaco [Luigi Valentoni], il quale ha anche un zio paterno che fa parte della giunta, ed il di lui padre oltre di essere Consigliere Comunale [Luigi Conti] occupa pure il posto di Consigliere Provinciale, facendo parte della deputazione Provinciale, nè vale dire che il Sindaco e l'Assessore si dimettono quando continuano nelle loro funzioni ed intervengono negli atti della Giunta e del Consiglio per fatti che riguardano lo stesso aspirante genero e nipote rispettivo, mentre l'ostacolo d'incompatibilità dovea esser rimosso pria d'inoltrare la domanda. Adunque.....rimane la domanda del sig. Carlo Amodei al quale devesi...conferire l'esattoria pel quinquennio 1878-1882.....[segue la sua firma]" Interviene il consigliere Cantisani a difesa del Conti, in quanto il vincolo di parentela è risolto dalle dimissioni presentate da Luigi Conti prima che il figlio presentasse domanda, chiede però che Amodei abbassi la sua offerta così come aveva promesso. Si assentano il sindaco e il sig. Amodei e assume la presidenza il sig. Perrotta Vincenzo, consigliere anziano (in aula oltre a lui sono presenti Misuraca Raffaele, Misuraca Gaetano, Catalano Leone, Cantisani Gaetano, Picarelli Gaetano, Sacchini Luigi -intervenuto dopo- in tutto 7). Nominato Emmanuele Conti
(4 fogli legati assieme e al registro, oggi staccati da questo nella parte superiore)
217 01.10.1877 Elezione membri della Giunta. "Gli assessori che scadono d'ufficio sono i Sig.i La Regina [Francesco]eletto nel 1875, Misuraca Raffaele eletto nel 1876 in supplenza del Sig. Cristofaro Eduardo eletto nel 1875 ed il supplente sig. Conti [Luigi]eletto nel 1874....essendosi dimesso il Sig. Sacchini....deve anche [essere sostituito].." Il Consiglio nomina i tre assessori effettivi: Eduardo Cristofaro, Misuraca Raffaele, Campolongo Giacomo e un supplente: Conti Luigi. (Ad inizio pagina inizia una numerazione con "N. 1") Inserito tra le pagine 220 e 221 il foglio sciolto sottospecificato
f.s. maggio1876 E' inserito tra le pagine 220 e 221 un foglio sciolto, composto di quattro pagine, ripiegato nel senso della larghezza, contenente domanda di Giuseppe Curatoli diretta a Sindaco e Consiglieri del Municipio di S. Marco Argentano: "...avendo fabbricato una casa nella contrada S. Francesco o Porta Vecchia sul limitare della Strada Militare vorrebbe ora rendere un abbellimento alla rampa che vi rimane, e propriamente ove è impiantata la statuetta di S. Francesco ...... allargare la strada tirando un muro dallo spigolo della casa edificata in linea orizzontale, e formando una coda costruirebbe un altro pezzo di strada in livello a quello esistente e migliorando così la condizione del luogo riedificherebbe novellamente la Cupoletta [oggi pilastro] di S. Francesco con più eleganza. Ciò facendo non verrebbe ad interessare nè la Strada Militare, né la sottostante strada del Seminario. Qualora il Municipio presta la sua adesione a titolo di riconoscenza offre un annuo canone di L.2,00, redimibili a norma di Legge ..... in omaggio alle Leggi sull'Edilizia ..... Maggio 1876." Segue firma Giuseppe Curatolo
221 04.10.1877 Nomina revisori del conto 1877: Gaetano Picarelli e Gaetano Misuraca (prosegue numerazione inizale "N.2")
224 17.10.1877 Nomina tesoriere del Comune. Rinviata su proposta del sindaco
225 17.10.1877 "...riattazione della Fontana S. Pietro". Invito alla giunta a predisporre perizia e progetto.
226 17.10.1877 "..accomodi al carcere" "Il consigliere Conti propone che pria di deliberarsi ...il sindaco faccia pratiche presso il Principe per la cessione del locale, onde provvedere agli accomodi..." proposta deliberata.
227 19.10.1877 Costruzione "..strada dal Vallone Cimino alla Stazione Ferroviaria detta di Rogiano Gravina.." che il Consiglio decide di costruire con propria iniziativa, quale strada obbligatoria, "..salvo poi a dimostrarne l'obbligatorietà e l'utilità e richiedere dal Governo e dalla provincia i dovuti sussidi...". La strada era inserita nell'elenco delle strade non obbligatorie (quindi non a carico dei comuni).
(Per la prima volta compare la dizione: "..le seguenti proposte ..depositate ventiquattr'ore nella Sala delle Udienze..". Vi è sottolineatura con matita rossa di epoca successiva)
230 19.10.1877 Nomina commissione per accertare lavori necessari alla riparazione della Caserma dei Reali Carabinieri
231 19.10.1877 Storno di fondi dalle spese per Polizia Urbana al fondo "delle [spese] imprevedute...." per le spese della Caserma
232 10.10.1877 Sospensione dall'incarico della Pia Ricevitrice Crocifissa Rondinelli perché "..poco zelo ed onestà ha mostrato nell'adempimento del proprio ministero.....il Consiglio ... ha deliberato che l'attuale pia ricevitrice resti per un tempo indeterminato inibita a proseguire l'adempimento del suo ministero."
233 25.10.1877 Domanda di concessione suolo pubblico la Motta da parte del sig. Giacomo Campolongo. "...e propriamente quella roccia di terreno rimasto al Comune tra il terreno censito ad Arcuri Antonio ed ora dei Signori Amodei e l'altro censito al Sig. Rocco, offrendo al Comune l'annuo canone di Lire Cinque." E' allegata, formante unico atto con la delibera, la domanda datata 21 ottobre 1877 scritta sulla prima pagina di foglio composto di quattro pagine. Il testo integrale della domanda, firmato dallo stesso richiedente, è trascritto nel corpo della delibera perchè letta dal sindaco. Il consiglio accorda la concessione in enfiteusi perpetua. Sulla pagina 234 vistosa annotazione ("Amodei e Rocco debbono pagare il canone annuo") e sottolineature, tutto con matita rossa, di epoca successiva . Sull'ultima pagina (240) "Fin qui eseguita la perlustrazione alla Segreteria Comunale. S. Marco 24/12 1877. L'Ispettore. " Firma illeggibile. Segue foglio bianco
243 16.11.1877 Ingiunzione del Presidente del Consiglio Scolastico a nominare un maestro e una maestra, proponendo i seguenti: Campolongo Giuseppe Esposito e Ma[r]ia Pati.
"Il Consiglio udita la proposta, considerando che il numero degli alunni delle Scuole Maschili, che possono frequentarla, non oltrepassa la cifra di Cinquantatre 53, perché dagli altri cinquantanove segnati nell'Elenco, uno ritrovasi nell'America ed i rimanenti cinquattotto non possono assolutamente adire alle scuole suddette perché figli o di miserabili, che non avendo come alimentarli, li mandano mendicando, o di poveri contadini, che coltivano terre così distanti dall'abitato che quando pure non fossero indigenti non potrebbero per la troppo lontananza mandarli nel paese per istruirsi nelle Scuole Elementari;.......le alunne...arrivano appena a quarantacinque, quantunque il numero di esse asegnate ...è di novantuno ........ se il Maestro e la Maestra han prodotto Stati ed Elenchi annuali dai quali il numero degli alunni ed alunne risulta superiore a quello fissato dalla Legge, pure dalle ispezioni eseguite tanto dal Sindaco quanto dalla giunta e dal delegato scolastico si è rilevato che gli Elenchi erano fittizi.... finanza del Comune depauperata .... senza poter provvedere ai bisogni di prima necessità come è adire l'acqua potabile, le strade interne, la polizia urbana; e la pubblica igiene in generale...." Ingiunzione respinta. (Per la prima volta il segretario pone il proprio nome nel corpo della delibera "Con l'intervento ed opera di me infrascritto Segretario Raffaele Cristofaro")
247 29.11.1877 Bilancio 1878 "... ha creduto urgenti e di massima importanza..... l'accomodo dei locali della pubblica istruzione nell'ex Convento dei Riformati già addetto alla pubblica istruzione, quella per il Telegrafo... colmarsi il disavanzo con le sovrimposte sui tributi diretti... " Seguono dati relativi con nomi, luoghi, e relative somme
249 29.11.1877 Accettazione condizioni ministeriali 30.4.1871 per attuazione Ufficio Telegrafico : 1 pagamento una tantum L.30, 2 disponibilità a fornire locale ammobiliato 3 proposta di nominativo da impiegare ....... [altre]"
Con questa deliberazione termina il registro. Seguono due fogli bianchi.

a cura di Paolo Chiaselotti