Prima pagina | Curiosità | Immagini | Cronologia | Delibere | Argomenti | Cronaca | Cognomi | Emigrati | Mestieri | Strade | Contrade | Prezzi | Cronistoria
Questa pagina fa parte del sito "L'Ottocento dietro l'angolo"  (http://www.sanmarcoargentano.it/ottocento/index.htm) di Paolo Chiaselotti

Luoghi
 
Platea
 
Clarisse nell'Ottocento
 
La spesa delle Clarisse
 
Clarisse nel Seicento (in questa pagina)
Registro delle entrate et pesi del Monastero di S.Chiara della
Cittá di S.Marco, fatto per uso di Soro Teresa Falangola
Abbadessa di detto Monastero nell' anno 1663
Registro delle entrate et pesi del Monastero di S.Chiara della
Cittá di S.Marco, fatto per uso di Soro Teresa Falangola
Abbadessa di detto Monastero nell anno 1663

 

Nota dell'entrate del Monasterio di Santa Chiara della Cittá di San Marco, tanto del Patrimonio come delle Doti

Nota delli Patrimonij

E primo possiede una possessione loco detto Santo Marco arborata di celsi, castagna, olive, fichi et altri albori con vigna, Il Pampano delli celsi sono sacchi cento circa, donandoli Vorgante se ne percepe ogn'anno docati dieci o dodeci circa

10 [12]

Dalle olive quando carricano vi né sono tré macine

Dalla vigna se né percipe da sei salme di musto

Dalle castagne ni havemo in circa tumula vinti l'anno et gl'altri frutti si mangiano in dies, cioé alla giornata

Item possiede uno comprensorio di celsi, olive, castagne & altri arbori in loco detto Cupogna quale stá assegnato al signor Cantore per docati quindici

15

Item possiede una casa nel Pozzillo in diversi membri e fundaci se ni percipe ogn'anno docati otto

8

Item possiede un castagneto loco detto li Cupuni, et si

 

vende ogn'anno carlini vintiotto in circa

2 - 4

Item possiede una Possessione loco detto Vallicaruso con Vigna, Olive, Fichi, et otto sacchi di pampano dalla quale si percipono ogn'anno sei macine di olive quando carricano, quattro salme di musto e tre tumula di fico

Possiede di piú due vigne piccole nelli pulicaretti senza albori, dalli quali ogn0anno se ne percipono in circa otto salme di musto

 

Censi Patrimoniali

Don Lelio Tiberino per tré partite di celsi affittati in Serradileo paga ogn anno docati cinque

5 - 0 - 0

e piú per un'altra partita di celsi in detto luoco paga docati sei e carlini cinque

6 - 2 - 10

Biasi Caruso di Serradilio per uno comprensorio di celsi carlini quindici

1 - 12 - 10

Giuseppe di Arena Giovanni Cozza e mastro Aurelio di Franco da Fagnano sopra diverse robbe obligate pagano docati otto e uno carlino

8 - 0 - 10

Francesco Fransese da Ioggi sopra molti beni conforme l'istrumento paga carlini dieci setti annui

1 - 3 - 10

Signor Tolomeo Santisosti paga carlini trenta sei

3 - 3 -

Diego Mezacapo paga carlini quindici l'anno

1 - 2 - 10

Il sign[o]r Archidiacono Catalano per parte del sudetto Diego Mezacapo paga docati cinqui l'anno

5 - 0 - 0

Lalla di Spirito sopra la casa paga quattordici carlini

1 - 2 -

Possiede di piú uno castagneto a Catuccia & si vende ogni anno carlini vinci in circa

2 - -

Gioan Battista Romano paga carlini quindici l'anno

1 - 2 - 10

L'heredi di Muzio Catalano per il Guttario carlini 30

3 --

Sir Giovan Tomaso Guarniero per la casa paga carlini novi

0 - 4 - 10

Isabella Cristofala, e per essa sir Aniballe per la casa alla Portavecchia paga carlini cinqui l'anno

0 - 2 - 10

L'heredi di Micco la Guardia per la vigna delli Sciulli paga ogn'anno carlini vinti sei

2 - 3 -

Sig. Cicco Andriotta come herede del q[uonda]m Decano suo zio paga ogn'anno docati quattro

4 --

Francesco di Biasi per uno castagneto paga carlini dieci

1 - 0 - 0

Vittoria Tautera sopra le sue robbe paga carlini dieci

1 - 0 - 0

Pompeo Santisosti per la possessione sopra il molino paga ogni anno docati novi

9 - 0 - 0

Francesco di Biasi di Pietro per la Possessione a Fullone paga ogn'anno docati quattro

4 - 0 - 0

Marcello Campolongo per la Vigna a Ursumaci dieci carlini

1 --

Beatrice Mezacapo per la Vigna allo Guttario paga ogni anno quattro docati et quattro carlini

4 - 2 -

Possiede uno castagneto, di castagne piccole, che si dona a metá e si suole vendere carlini 10

1 --

Item possiede diversi membri di case sotto la piazza dirute quali primo tenevano á censo mastro Iacono Eufemia, hoggi non se ne percipe cosa alcuna, vi sono contigui a detti casaleni quattro piante di celsi che vi dano quattro sacchi di pampano

 

L'heredi di Caprino per la vigna alli Policaretti carlini novi

0 - 4 - 10

Item possiede duoi castagneti piccoli a Vocita quali per esser porcine una si dona á metá e l'altro á terzo e fra l'uno e l'altro se ne puó percipere tumuli vinti; quali castagneti e case dirute furno di Soro Tota Campagna morta

 

Item possiede uno castagneto grande á Vocita che fú dove della q[uonda]m soro Vincenza Falangola dal quale se ne percipono in circa tumuli vinti l'anno

 

Mauro Panebianco per la vigna alli Costieri carlini dieci

1 - 0 - 0

Fran[ces]co Santisosti e Gamilla moglie per la casa allo Crité paga trenta carlini l'anno

3 --

Item possiede casaleno diruto allo stesso luogo e non se ni have cosa alcuna

 

Item possiede duoi casaleni, uno é al Pozzillo, l'altro avanti Santa Catarina dove era il trappeto del q[uonda]m Gio: Battã Candela dalli quali non sé ni have niente

---

Mario Andriotta come possessore delli beni di Giulio Gattola per giro fatto di Alessandro Riccio paga docati dieci

10 - 0 - 0

Havendo l'azione il Monast[er]o sopra le case furno di Scipione Amoruso vicino l'horto di detto Alessandro e detti docati dieci sono ricaduti al Monastero dopo la morte di soro Chiara Falangola

 

Simone Piamonte per l'affitto della Vigna alli Pezzi, che fu dote della q[uonda]m soro Chiara Falangola docati otto

8 --

Clerico Fran[ces]co Antonio di Luca per la vigna a Perrizito, che fu dote della q[uonda]m Soro Tonna Santososti, carlini vinti

2 --

L'heredi del q[uonda]m Carlo Amodei e fratelli sopra li loro beni pagano docati quindici oltre l'altri censi assignati ut retro

15 --

Michele Russo per la Possessione di Perrizito carlini quindici

1 - 2 - 10

Item possiede detto Monasterio un piede di celso alli Tribulisi da duoi sacchi in circa

 

Don Lelio Tiberino per la cava che fú di soro Marta Grassa paga vintuno carlino

2 - 0 - 10

Item dalla Gabella della Carne se ni have l'anno in circa docati quindici

15 --

Dote di soro Lalla di Mazzia. Morta

Una casa palaziata confine al Giardino delle Monache se ne percipe in tutto docati quindici

15 - 0

Fabio di Mauro da Joggi per la stessa Lalla paga di censo ogn'anno carlini vinti

2 --

Et li metá delli censi tarsia conforme l'instrumentij.

 

E piú Giovanne Andrea Scavello, e sua madre devono docati quaranta e pagano docati cinqui l'anno ad estinguendum per accordio fatto col monasterio in conto delli sudetti docati quaranta      40

5 --

Dote delle Monache viventi

Giuseppe Gonsaga per soro Agnesa paga docati dieci d'otto

18 --

L'heredi di Sir Peppo Monopoli per la casa ove era la cucina del q[uonda]m sig.r Bonifacio paga docati cinqui

5 --

Uno Castagneto a Vocita assignato per detta dote se ni have carlini venticinque l'anno

2. 2. 1

D[on] Francesco Santistosti per la possessione di Catuccia paga di affitto docati sei ogn'anno, quale possessione fú assegnata al Monastero per docati dieci, e mezo l'anno per la Dote di Soro Brigida Santo Sosti

6 --

Signor Tiberio Santo Sosti conforme l'Istrumento docati otto

8 --

Per una casa confine cola Maria di Cola prima vi allogava

 

carlini trenta adesso si perdono per esser diruta in parte

 

Pietro Francesco Caprino per le doti di soro Teresa Falangola paga docati vinti uno e sei carlini sopra li celsi sopra la torre, et vi é l'evizzione delli fratelli Falangola, e da detti celsi hoggi non se né percipe piú di docati sei ó sette l'anno

21. 3 -

Di piú sopra il Palazzo ove é proprio il Monasterio ogn'anno assignati docati quattro

4 --

Signor Decio Campolongo per soro Constanza, e soro Cinzia Rossi paga sopra tutti suoi beni docati cinquanta duoi

52 --

Soro Dianora d'Evoli, e sorella sono stati assignati li Celsi che furno di Antonio Solima confine li celsi del beneficio di Santo Martino di Don Cesare Valentone per docati novi et essendo disminuiti se ne ricevono docati cinqui e mezo essendo solamente trenta quattro sacchi di pampano e pero se ni have cinque docati, e mezo

5. 2. 10

Don Giovan Iacovo de Petrellis da Belvedere paga docati cinqui per tanti assignati da sua nepote

5 --

Barbara Biglia sopra li beni di Notaro Pianderio de Petrellis paga docati quattro

4 --

Francesco Maria Catalano sopra la Possessione di Santo Opulo che fú di Salvatore Catalano docati sette, e mezo

7. 2. 10

Michele Carnevale sopra la sua casa carlini vinti

2 --

Sopra la casa avanti il Monasterio docati cinqui

5 --

Il figlio di Stefano Barci di Cervicati carlini quindici

1. 2. 10

Gio: Battista Romano per la Vigna, e celsi carlini vinti

2 --

Oratio Vizza carlini 15

1. 2. 10

Vittoria Vizza di Caro carlini vinticinqui

2. 2. 10

Lutio di Salvatore carlini otto

0. 4 -

L'heredi di Mutio Catalano sopra le case del Casalicchio vicino la torre carlini Vinti

2 --

Francesco Grippo carlini quindici

1. 2. 10

La Possessione di Ioggi alborata di Celsi, Vigna et altri albori ove sono cento sacchi di pampano, con peso di pagarne docati setti annui alla Corte baronale di Ioggi, et carlini vinti duoi alla signora Giulia Gonzaga, restano per lo Monasterio docati sei franchi

6. 0. 0

Dalla Vigna delli Policaretti carlini quindici

1. 2. 10

Dalla Vigna di Donna Britta una col pampano et altri frutti docati cinqui

5 --

Mastro Danieli per li celsi di Acqua di Cosimo carlini vinti cinqui

2. 2. 10

Uno castagneto assignato da Teca Battindera carlini

 

trenta ogni anno

3. 0. 0.

Possiede uno pezzo di terre di cinquanta tumulate in circa al territorio di Valle et alcuno anno lo sementano le genti di Tarsia

 

L'heredi di Giulio Giglio per la dote di soro Giovanna Amodei paga docati otto per assegnamento fatto dal signor Gioseppe Amodei delli quali se ne percipono solamente docati duoi dá una casa sequestrata dal Procuratore in Ioggi - L'evizione resta sopra l'herede conforme l'Istrumento

2 --

Una casa vicino lo Puzzillo loco detto Santo Pietro dalla quale se ne percipe carlini vinti l'anno

2 --

Un censo girato dal signor Guido suo fratello di docati cinqui l'anno del quale ne paga Sir Martio Barilaro carlini vinticinqui sopra la sua casa alla porta vecchia, et li paga ogn'anno

2. 2. 10

Et altri carlini vinticinqui si pagano dalli heredi di Notar Gianserio Pitrellis sopra la sua vigna alli Rupi, et si pagano ogn'anno

2. 2. 10

Don Lelio Tiberino paga sopra la Vigna delli Sciulli carlini vintiquattro l'anno

2. 2. 0

Dote di soro Totta, et Isabella Candela

Una Possessione alla Mulara diruta se ni have duoi tumula di grano

 

Per uno castagneto a Vicita l'anno carlini novi

0. 4. 10

Una casa vicino la piazza con duoi Membri et un fundaco sono stati assignati per docati sei, et adesso se ne percipono docati quattro

4 --

Una casa palaziata dove stá l'Arciprete, et il signor Giuseppe Candela con il trappeto consistenti molti membri, se ne percipono solamente docati novi, e restano molti fundaci vacanti

9 --

Giuseppe Candela come procuratore delli heredi del signor Diego Candela paga carlini trenta et per esso li paga Tiberio Pagano

3 --

La signora Dianora Campolonga sopra il Richetto paga ogn'anno docati cinqui

5 --

Cola Barci, e suo fratello in solidum di cervicati pagano carlini vinti duoi

2. 1. 0

Si have dá uno castagneto piccolo nella fontana della Conicella carlini dieci

1. 0. 0

L'heredi di Cesare Grippo sopra li Sciulli paga carlini quattordici

1. 2 --

Lo stesso herede di Cesare Grippo, sopra li Celsi di Micco Santososti paga carlini sei

0. 3. 0

Iacovo Romano di Roggiano paga docati setti

7 --

Signor Diego Peppo, e Felici Santososti fratelli pagano per le doti di Soro Agata, et Christina Santososti sorelle delli suddetti docati cinquanta delli quali docati cinquanta ni pagano essi fratelli in solidum docati vinticinqui, per la parte di Soro Christina, et l'altri docati venticinqui per soro Agata ni sono stati assignati li censi che in tutto fanno docati cinquanta

50 --

Il signor Domenico Garofalo per la Dote di Soro Apollonia Garofala non professa paga docati vinticinqui ogni anno

25 --

La Signora Marchesa di Sangenito paga docati vinticinqui per la Dote della Signora Cici Maiorana unitam[ent]e colli fratelli di detta Signora Cici Maiorana non professa

25 --

La Signora Donna Isabella Gonsaga paga per lo Vitto di Donna Francesca Castriota sua figlia ogn'anno docati vinticinqui

25 --

Il sigr Mutio Amodei per lo vitto di lalla docati vinticinqui

25 --

L'heredi del Signor Ciccio Falangola per lo vitto, di Suor Angiola Prisca e Suor Chiara Falangola non professa pagano docati cinquanta

50 --

Di piú detto Monasterio deve conseguire le sottoscritte parte lasciati dal q[uonda]m Archidiacono Gonsaga dopo la morte di Restituta Passarella, et ni ha il possesso dall'anno mille sei cento cinquanta sei in qua

L'heredi di Giovan Marco di Dominicis sopra la Vigna delli Sciulli paga docati sei, e mezo l'anno

6. 2. 10

Giuseppe Scudieri (o Sendieri) sopra la casa, e celsi allo Crité

6 --

L'heredi di Gio:Marco Santi Sosti carlini vinticinqui sopra li castagni di Vocita

2. 2. 10

Un castagneto vicino la Conicella per carlini vintiquattro

2. 2. -

L'heredi di Giambaro Coppa carlini dieci setti annui

1. 3. 10

Gio:Marco Tavolaro carlini undici per l'affitto delli celsi

1. 0. 10

M[ast]ro Gio:Bernardino di S.Agata carlini vinticinqui per l'affitto di una Possessione in Mongrassano

E piú in Mongrassano vi é una casa scoperta per non cascare

 

E piú vi sono da riscuotere alcune partite, conforme la relazione hannua

 

Lasciti fatti al Monasterio con peso di Messe

Mastro Aurelio di Franco di Malvito, Giuseppe di Arena & Giovanni Cozza di Fagnano pagano docati otto al detto Monasterio per due Messe la Settimana lasciati dal q[uonda]m Torquato Falangola

Nota delle entrate del Monasterio di S. Chiara di questa Cittá tanto di lasciti quanto delle dote delle dette Monache fatta da suor Costanza Russa odierna Abbadessa p[er] presente anno 1658.

Fú comprato il palazzo dove é il Monasterio con i dinari lasciati dal q[uonda]m Albrosio gorno Cantore di questa Città p[er] docati seicento cinquanta li ultima di Luglio dell'anno 1613

 

Nota delli beni é stabili lasciati in detto Monas[tero]

 

In primis dal q[uonda]m Gioani gonzaga Archidiacone lasciato una possessione loco detto Cupogna sita nel terr[itor]o di questa Cittá alborata con celsi, olive, castagne, mila, et altri alberi fruttiferi, et all'hora stava in affito p[er] docati trenta cinq.

 

Oggi in detta possessione ci ha pampano sacchi Cento á raggione di un carlino il sacco

10. 0. 0

Dall'olive fertili ed infertili macini sei l'anno á raggione di cinque litri la macina sono litri trenta á grana quindici la litra somano

4. 2. 10

Dalle Castagne se né ponno percipere tumula

 

sei l'anno et á raggione di grana quindici il tumolo

0. 4. 10

frá fico, et altri frutti commestibili se né puó percipere annui carlini

0. 3. 0

Possiede nun'altra estensione loco detto S.Antonio iusta li suoi fini la metá di detta possessione é stata della q[uonda]m Hippolita ferrara, et l'altra metá é stata comprata dalli fratelli della Congreg[azion]e di S.Gioanne con li dinari lasciati dal q[uonda]mAmbrosio gorno p[er] applicarsi á luoghi pii ed é stata in affitto p[er] docati vinti quattro l'anno

 

La sú detta possessione é alborata di Celsi et olive oggi ci sono quaranta sacchi di pampano á raggione di grana dieci il sacco

4. 0. 0.

Dall'olive fertile, et infertile macini tré l'anno a litri cinqui la macina a g[ra]na quindici

2. 1. 0.

Oggi stá in affitto p[er] docati setti é mezo
Item possiede una possessione nel terr[itori]o di malvito loco detto lo lago lasciata dal q[uonda]m Fran[ces]co di bona di detta terra, et stá

 

censuata in perpetuum á D[on] Giesmondo Casaleno é suoi herede é successori p[er] carlini dieci é novi annui

1. 4. 10.

Item uno fundaco fine la casa di Mastro Paulo botta, et altri fini é stava in affitto in perpetuum á manunzio p[er] carlini dieci l'anno al presente é fatto Casaleno

 

Item due vignicelle loco detto li costieri territ[ori]o di questa Cittá iusta li suoi fini lasciate al q[uonda]m Monsig[o]re frassia, stavano in affitto p[er] carlini vinti quattro.

 

Oggi si possedano da Isabella figlia di maria é dá Michelangilo suo marito affittato p[er] carlini dudici

1. 1. 0

Item possiede uno censo di carlini venti annui sopra li beni di Gio:Maria bintibona lasciato da Gio:Antonio Candela p[er] detta partita il monas[ter]o non ni ha niente

 

Item sir Aniballe Xstofaro (Cristofaro) per la casicella della porta vecchia

0. 3. 0

E piú Isabella guarnera paga p[er] la casa della porta vecchia

0. 4. 10

Item possiede uno piede di celso nel loco detto la porta vecchia dove sono sacchi di pampano cui é metá é p[er] essere buona conditiona se né percipe carlini cinq.

0. 2. 10

Gio: Batta (Giovan Battista) Romano paga carlini dieci annui sopra li Celsi di S. Miele lig[a]ti furno di fran[cesc]o S. Sosti

1. 0. 0

Tecla Santa Croce paga carlini trenta annui sopra le castagne due di pirriZito

3. 0. 0

Mario Cerbello paga cerlini vinti sdopra la vigna a li Pulicaretti che fú della madre di Franc[esc]o furnello

3. 0. 0

Uno castagneto loco detto catuccia p[er]venuto p[er] un cento di docati quattro l'anno da ferrante passa l'acqua p[er] capitale di docati quaranta al prisente il monasterio li affitta p[er] carlini vintidui

2. 1. 0

Item possiede uno castagneto loco detto Vocita terr[itori]o di questa Cittá lasciato dal q[uonda]m Archidiacono Gonsaga da Sqte (?) se ni percipevano docati cinqi l'anno al prisente se né percipe dá fertile ed infertile dudici tumula di castagne

 

annui á raggione di grana 15 lo tumolo

1. 4. 0

Item è usufruttuario e proprietario di uno Cento sopra li beni del q[uonda]mSiri Andreaci S.Sosti di carlini trentasei annui lasciato dal detto siri Andreaci S.Sosti al prisente si pagaTolomeo S.Sosti

3. 3. 0

Item tiene é possiede uno censo di carlini dieci otto annui sopra le robbe di siri Aniballe Amodei iusta il suo alberano (?) p[er] docati venti di Capitale

1. 4. 0

Item tiene é possiede uno censo di docati tré annui p[er] capitale di docati trenta sopra la vigna di manuntio gimigliano iusta la sua donazione fatta da Torquato falangola al prisente stá censuata á mastro Pietro femia p[er] carlini dudici

1. 1. 0

Item possiede uno censo di carlini sei annui nel terr[itori]odi Joggi p[er] donatione fatta da Giulia parente di detto luoco al prisente lo possiede fran[cesc]o franzese di Joggi

0. 3. 0

Item tiene é posside uno censo di docati quattro annui sopro li beni delli SS[igno]ri fran[cesc]o et Antonio Vizza iusta l'istrum[en]to lasciato dal q[uonda]m franc[es]co Selvaggio Barone di Cavallarizzo iusta la sua donatione

4 --

Item tiene é possiede uno censo di carlini trenta cinq. annui lasciato da felice pinti bona sopra la vigna di Mauritio Catalano alle guttarie iusta li suoi fini

3. 2. 1

Item tiene é possiede uno censo di carlini dieci annui sopra li beni di Dimmi mosciera di S.Lauro lasciato da detto Dimmi p[er] sua devotione, et al prisente si paga il sig. Marcello Campolongo

1 --

Item tiene é possiede una troppa di celsi loco detto li trivolisi lasciato da Giustina Scittina del q[ua]le se ne p[er]cipe a carlini quindici annui al

 

presente ci sono tré sacchi di pampano

0. 1. 10

Item possiede uno censo di carlini dieci annui lasciato da Gio:Dom[enic]o Zautera sopra il suo castagneto á pirriZito al prisente si paga fran[cesc]o di Biasi

1. 0. 0

Item possiede una possessione nel loco detto S.Marco terr[itori]o di questa Cittá comprata con li dinari lasciati dal q[uonda]m sig. Pompeo Valentone detta poss[ession]e é alborata di celsi olive, castagne, vite et altri frutti commestibili
Dalli celsi se né p[er]cipe centocinquanta sacchi di pampano quolibet anno ad uno carlino il saccho

15 --

Dalle castagne fertile, et infertile se né p[er]cipe tumula vinti annui á grana quindici il tumolo

3 --

Dall'olive se né p[er]cipe annui fertile et infertile macine due á litri cinque la macina á grana quindici la litra

1. 2. 10

Dalla vigna se né percipe franca salmi

 

quattro di musto á carlini sei la salma

2. 2.

gli altri frutti sono p[er] servitio del monasterio

 

Item L'anno 1616 á 21 7bre (settembre) Pietro An[toni]o selvaggio dono la gabbella della carna al monas[ter]o delle Vergine con peso che debbiano fare celebrare una messa l'anno nel giorno di S.Marco Apostolo nella loro Chiesa p[er] l'anima del q[uonda]m Gio: Marco Selvaggio suo padre assignata D[oca]ti vinti cinque l'anno

 

Con peso ancora che il d[e]tto monast[ter]o debbia mettere pitaffio che il d[e]tto Pietro Antonio have lasciato detta gabbella al monast[ter]o

 

Item L'anno 1622 alli 11 Agosto Bell'horo mendino e Vittoria Tarantina sua moglie lasciano p[er] loro divotione le loro case Palatiate con piú membri, et una possess[io]ne nell'loco detto Valli Caruso la q[ua]le possess[io]neé alborata di Celsi olive, vite, fico, et altri

 

frutti con candi et uno castagneto alli fico minutilli ter[ritori]o di questa Cittá

 

Dalle castagne oggi se né percipe tumola vinti annui franchi á grana quindici il tumolo

3. 0. 0

Dalla vigna se né percipe fertile, et infertile salme cinque di musto franchi á carlini sei la salma

3. 0. 0

Dalli celsi se né percipe sei sacchi di pampano annui ad uno carlino il sacco

0. 3. 0

Dall'olive se ne percipe fertile et macine dieci franche á raggione di litri otto la macina sono litri 80 á grana quindici la litra

12. 0. 0

Dalle fico se né percipe tumola tre l'anno á carlini sei il tumolo

1. 4. 0

Dalle canne se né percipe cinqui cento uno carlino il centinaro

0. 2. 10

Di altri frutti commestibili sono p[er] servitio del monasterio

 

Nota delle dote delle Monache

= Dote di suor Chiara Falangola non si é trovata la sua assignazione della sua dote ma solo questa cognitione

 

In primis una posses[sio]ne loco detto li rupi assignata p[er] docati dodici ad esso é censuata á Simone piamonte p[er] docati otto annui

8. 0. 0

Sir Pietro Bommicino paga carlini vintitre

2. 1. 10

L'heredi di Honorato Campolongo paga d[oca]ti quattro annui sopra li suoi beni ad esso il monas[ter]o di questa partita non ni have niente

 

E docati cinq. devea sopra il monasterio
Estra dote docati dieci il q[ua]le li deve coseguire sopra li beni di Giulio gatto questo il monast[er]o non l'have

 

Docati quattro sopra li beni dell'Eredi di Notar fran[ces]co Caprino

 

Carlini tré sopra li beni di Maria pintibona

 

= Dote di suor Costanza é Cintia Russe so[re]lle
Paga il sig. Detio campo longo sopra li suoi beni docati

52. 0. 0

= Dote di suor Catarina gonsaga assig[na]ta li anno 1642 á 18 di 7bre (settembre)
Da sir Paulo S.Sosti docati cinqui

5. 0. 0

Il Sr Giuseppe gonsaga sopra li suoi beni docati 18 dico

18. 0. 0

Sopra uno castagneto delli dardis ci fú di cucummaro di S.Lauro docati cinque sopra la casa del q[uonda]m Giuseppe minopoli al presente il monasto l'have locata p[er] docati quattro, et uno tarí

4. 1. 0

= Dote di suoro Briggitta S.Sosti á 12 di maggio assignata l'anno 1630

 

Ser Tolomeo S.Sosti paga docati cinq. sopra la posses[sion]e della conicella la quale le fú dal q[uonda]m fran[ces]co Ottavio de arancis e d[e]tta possess[ion]e fu assignata p[er] docati otto

5 --

Docati tridici é carlini sei conseguendi p[er] la vendita fatta della posses[sion]e di catuccia

 

Da Gio:Marco Tagaglio docati quattro annui

 

sopra la sua casa oggi la detta casa é dirutta

 

La posses[sio]ne di Catuccia stá affittata a D[on] Fran[ces]co S.Sosti p[er] due messi la settimana la q[ua]le é alborata di castagne, celsi olive, vite fico et altri alberi fruttiferi

 

Dalle castagne se né p[er]cipe annui tumola vinti á grana quindici il tumolo

3. 0. 0

Dalli celsi sacchi vinticinq. di pampano ad un carlino il sacco

2. 2. 10

Dall'olive fertile et in fertile una macina é meza á litri sette la macina litri dieci é meza á grana quindici la litra

1. 2. 17

Dalla vigna una salma di musto l'anno franca á carlini sei

0. 3. 0

Dalle fico, et altri frutti dui carlini annui

0. 1. 0

La sú posses[sio]ne di Catuccia deve all'Abbadia di D. Gio: carlini 18 annui di rendito

 

= Dote di Suor Anna Candela pignatara monaca morta professa assignata alli 15 di febraro dell'anno 1624.

 

Docati dieci annui sopra la vigna di fran[cesc]ogranata nel loco d[e]tto Testoli territo[r]io di questa Cittá    (la cifra a lato non è riportata)

 

Docati dieci annui sopra la vigna di Gio: Spinosa sopra il molino al prisente si é incinsuata á

 

Docati dieci annui sopra la vigna di Gio: Spinosa sopra il molino al prisente si é incinsuata á sir Pietro Bommicino p[er] docati

8. 2. 10

Docati cinqui annui conseguendi d'Antonello Mezacapo al prisente paga il S.r Fran[cesc]o maria catalano, etl'erede di d[e]tto Antonello

5. 0. 0

= Dote di suor Tonna S.Sosti morta professa assignata á 10 9bre (novembre) 1622

 

Una vigna loco detto li pulicaretti territo[rio] di questa Cittá fine la vigna che fú di Luca Trotta, et altri fini assignata p[er] docati dieci annui    (la cifra a lato non è riportata)

 

Uno castagneto loco detto PirriZito fine … di martino, et altri fini assig[na]to    (la cifra a lato non è riportata)

 

docati dieci annui e li altri docati cinq. á complimento delli d[oca]ti vinti cinq. se li lasciono come persone poveri    (la cifra a lato non è riportata)

 

Dalla vigna sé né percipe annui da fertile et in fertile salmi quattro di musto á carlini sei

2. 2. 0

Dalle castagne la metá stá censuata ad Isabella pagana p[er] carlini vinti

2. 0. 0

Dell'altra metá p[er] esser curci se né p[er]cipe carlini 10

1. 0. 0

= Dote di suor Totta, et Isabella Candela assignata á 14 di maggio 1630.

 

Una casa palaziata nel loco detto la piazza consistente in tré membra cio é due camere, et uno fundaco assegn[a]ta p[er] d[uca]ti otto annui al p[resen]te si loca p[er] d[uca]ti cinque

5. 0. 0

Uno censo dié d[uca]ti sei annui conseguendi da ferrante la via piana al p[resen]te d[e]tto Censo é ricaduto al monasterio é si sono pigliati li stabili che erano obligati

 

da d[e]tti stabili sé né percipe quolibet anno sacchi cinque di pampano ad uno carlino il sacco

0. 2. 10

dalle ter[r]e fertili et in fertile sé ni ha tumola quattro di grano l'anno á carlini sette il tumolo

2. 4. 0

Docati cinqui conseguendi dá … Dienara campolonga quolibet anno obligati sopra il richetto p[er] parte di Gio: Maria Trotta

5 --

Docati tré conseguendi da Michele et Andrea Barci di Cervicati

3 --

Item carlini vinti annui conseguendi da Cesare grippo é da Gio: Dom[eni]co S.Sosti di Puodo sopra li loro beni é questo censo il monas[ter]onon l'have e le robbe obligate sono venduti ad altri

 

= Dote di suor Cecilia Amodea morta p[ro]fessa

 

Don Tomaso Amodeo con li suoi nep[o]ti pagano docati quindici annui

 

obligati sopra liloro beni

15 --

docati tré annui sopra una casa loco detto lo puzzillo ad esso é dirutta

3 --

Una vigna alli costieri p[er] carlini vinti tré l'anno al p[resen]te stá censuata á matteo pane bianco p[er] carlini otto

0. 4. 0

Carlini vinti sopra la casa di Salvatore Battaglia al p[resen]te detta casa é dirutta

 

= Dote di suor Gioanna Amodei assignata l'anno 1630

 

Una posessione posta nel ter[ritori]o di S. Nicoló di questa Cittá p[er] d[oca]ti cinqui al p[resen]te p[er] esser d[e]tta poss[essio]ne mancata si é promutata p[er] uno di d[e]tti quattro annui che paga Barbara S.Sosti

 

sopra li suoi beni

4. 0. 0

Una casa sopra S. Pietro assignata p[er] carlini trenta annui al presente ni há carlini venti

2. 0. 0

Una casa dietro S. Gioanni sotto la piazza di questa Cittá p[er] carlini vinti l'an[n]o

2. 0. 0

Questi carlini si li piglia essa Suor Gioanna p[er] sé

2. 0. 0

Docati otto annui p[er] capitali di d[et]ti cento conseguendi sopra li beni di Giulio, et Angiolo Giglio di Joggi questa partita il Monas[ter]o non li hà posseduta né ad esso la possiede é ci é l'evitione all'Instrumento di suo padre, et herede

 

Docati cinque annui p[er] capitale di do[ca]ti cinquanta conseguendi da mercuri S.Sosti censuario dell'Archidi[aco]ne Amodei

5. 0. 0

Carlini vinti quattro annui conseguendi da D[on] Lelilo Tiberino

2. 2. 0

A 12 di maggio 1630 fú lasciata da suor marta grassa monaca morta professa una casa palatiata con atto é fundaco dentro questa cittá vicino li beni della q[uonda]m Vittoria Falangola p[er] d[oca]ti sei l'anno

6. 0. 0

Una vigna á pirrizito p[er] d[oca]ti quattro l'anno al p[resen]te stá censuata á michele Russo p[er] carlini quindici

1. 2. 10

lasciati, con peso di dudici messi l'anno p[er] la sua anima

 

= Dote di suor femia, Dienora, é Ciana d'evoli so[re]lle Suoro ciana é morta professa p[er] dote di tutte tré le so[re]lle il loro Padre pagó tutti denari contanti é furno messi in censo in diverse partite

 

In p[rimi]s uno censo di docati novi annui sop[r]a li celsi di Lalla Valentone loco d[i]tto la porta vecchia fuora le mura di questa Cittá al presente li possiede il monas[ter]o é ci sono + o - 50 sacchi

 

sacchi di pampano in circa l'anno ma il sicuro sono 40. á grana 15 il sacco

6 --

Da Gio: Iacovo Pitrello di belvedere p[er] parte dell'herede di notar Gio: Serio pitrello annui docati cinque

5 --

Da ll'herede del q[uonda]m Detio Catalano sopr[r]a li loro beni docati

7. 2. 10

Tiberio S.Sosti paga docati cinque p[er] la gabella della carne

5 --

L'herede di Gio: Marco carnevale paga sopra li suoi beni D[oca]ti

2 --

Sopra la casa dove stava D[on] Andreaci Arduino docati

5. 2. 10

Li figli di Stefano barci di cervicati sopra li loro beni

1. 2. 10

Giuseppe quagliulla sopra li suoi beni

2 --

Gio: Batt[ist]a Romano sopra li suoi beni

2 --

Oratio Vizza sopra li suoi beni carlini

1. 2. 10

Vittoria di caro sopra li suoi beni paga carlini

1. 2. 10

Lutio di Salvatore di caro sopra li suoi beni paga carlini

0. 4. 0

L'heredi di Pietro fran[cesc]o Caprino sopra la casicella sotto la torre di questa Cittá carlini vinti li q[ua]li si l'ha pigliati il SrBonifatio

2 --

Fran[cesc]o Grippo sopra li suoi Beni car[lini] dudici

1. 1. 0

Et D[oca]ti 25 annui sopra li beni di Angilo é Giulio giglio al p[resen]te il monas[ter]o possiede p[er] d[e]tto censo una poss[essio]ne nel terr[itori]o di Joggi con peso di docati cinq. l'anno alla corte di Joggi e carlini vinti alla I[llustrissim]a D[onna] Giulia gonsaga

 

La sú detta poss[essio]ne é alborata di Celsi vite, olive, fico, mela, pera, cerasa,et altri albori fruttiferi con uno cannito

 

Dalle d[e]tti canni se né percipe mille ad uno carlino il centinaro

1 --

Dalli celsi se né percipe sacchi 100 é 15 ad un carlino

11. 2. 10

Dalle olive fertile et infertile una maci=

 

macina l'anno a litri tre la macina á grana 15 la litra

0. 2. 5

Dalla vigna una salma é meza di musto franca annui á carlini sei

0. 4. 10

Dalli cerasi fertili et infertili annui carlini

0. 2. 10

Dalli fichi uno tumolo l'anno á carlini setti

0. 3. 10

Dalle mila di stipo fertile et infertile tumula otto annui á 2 carli il tumulo

1. 3. 0

E gli altri frutti commestibili sono p[er] uso del monasterio

 

= Dote di suor Agata S.Sosti li sig.ri Dieco Peppi e felice S.Sosti Pagano sopra li loro beni d[oca]ti 25

25 --

= Dote di suor Angila Prisca li sig.ri fan[ces]co, Tomaso, e D[on] Lorenzo falangola pagano sopra li loro beni d[oca]ti 25

25 --

= Dote di suor fran[ces]ca Pignatara una possess[io]ne loco d[e]tto D. britta i[usta?] li beni di felice Campolongo et altri fini assig[na]ta p[er] d[oca]ti dudici l'anno

 

La sú detta possess[io]ne é alborata di olive Celsi, Castagne, Vite, fico et altri alberi fruttiferi

 

Dall'olive fertile et in fertile se né p[er]cipe quattro macine l'anno, á litri quattro la macina et á grana quindici la litra

2. 2. 0

Dalli Celsi sacchi di pamapano dudici ad uno carlino il sacco

1. 1. 0

Dalla vigna se né p[er]cipe dui salme di musto l'anno á carlini sei

1. 1. 0

Dalle castagne tumola sette l'anno á grana quindici il tumolo

1. 0. 5

Dalle fico tumula dui l'anno á car[li]ni 7 il tumolo

1. 7. 0

gli altri frutti sono commestibili.
Di piú uno ortale di celsi nell'loco l'accqua di cosimo iusta li beni suoi
p[er] d[et]ti … l'anno al presente d[e]tto ortale é censuato á mastro Daniele scilingo p[er] carlini vinticinq. l'anno

2. 2. 10

Item una casa Palatiata con airo é fundaco é trappete é con una altra casicella piccola assignati p[er] docati cinq. l'anno al presente sono dirutte
Carlini vinti sopra la casa di Gio: Jacovo falangola e delli q[ua]li il monast[eri]o non né há niente

 

Uno comprensorio di terre nel loco d[i]tto Valle delle q[ua]li se ni puó percipire trá fertile et infertile d[oca]ti cinq. annui

5. 0. 0

Uno censo di carlini trenta l'anno paga Cola barilaro

&3. 0. 0

= Dote di suor madalena Candela cio é Isabella

 

Uno censo di carlini quindici l'anno consequendi da marco favarulo il q[ua]le d[e]tto Marco se l'have affrancato e lo paga

 

Per esser sminuiti li celsi di questa dote assignati p[er] lo capitale il monast[er]o si ha pigliato alcune case delli promissori di d[e]tta dote poste in questa Cittá nel loco d[e]tto lo puzzillo consistenti in molti membra cio é Cammare, fundachi loggia et uno trappeto p[er] macinare olive assig[na]ti al monast[er]o p[er]

 

docati quattro cento di Capitale é censi decursi p[er] accordo fatto

 

Le d[e]tte case oggi stanno allogate una partita al Rev. Arcip[re]te Pellegrino p[er] d[oca]ti sei anni é né dice due messe la settimana

6 --

Dal trappeto p[er] non esserci stato fatto oglio ancora non si sá q[ue]llo che se né puó p[er]cipire

6 --

= Dote di Suor Laura di mattia morta professa furno assignate ducai vinti l'anno sopra la possess[io]ne delli pellara iusta li suoi fini e d[oca]ti cinq. l'anno paga Gio: Batt[ist]a Capicchiano suo f[rate]llo al presente il monast[er]o p[er] accordo fatto il censo capitale si há pigliato una casa fine il d[e]tto monast[er]o consistente in molti membra cio é airo mezanile e fundachi oggi stanno allogate á molte persone per d[uca]ti annui

8 --

= Dote di suor Vittoria di Jacovo morta professa
Uno censo di d[oca]ti quattro é mezo l'anno che si pagava il q[uonda]m Jacovo femia sopra una casa D[e]tta casa al presente é dirutta et il casaleno con uno ortale di Celsi si é censuato á m[ast]ro marco mormile p[er] carlini quattrordici annui

1. 2. 0-

Una casa contigua p[er] d[oca]ti quattro é mezo l'anno al presente é dirutta

 

Item uno castagneto á Vocita iusta li suoi fini assignata p[er] d[oca]ti sei annui al presente é censuata á fran[ces]co di Biasi p[er] carlini vinticinq. annui

2. 2. 10

Item un'altro castagneto á Vocita che fú del q[uonda]m Archidiacone Gonsaga confine il castag[ne]to del q[uonda]m Antonello fragagnano il q[ua]le fú assignato p[er] carlini tridici l'anno al p[resen]te se né p[er]cipe da fertile, et infertile sei tumola di castagne curcie et uno tumolo di castagne inserte á grana quindici

0. 3. 15

Item un'altro castag[net]o á Vocita in comune con il q[uonda]m Antonello fragagnano il q[ua]le al p[resen]te lo possiede Gio: Batt[ist]a Romano

 

é fú assig[na]to p[er] carlini quindici l'anno al p[resen]te se ne p[er]cipe da fertile et in fertile carlini sei l'anno dico

0. 3. 0

Item un censo di Carlini dieci l'anno sop[r]a la vigna del q[uonda]m Notaro Jacovo Caprino nel loco d[e]ttoli pulicaretti iusta li suoi fini li q[ua]li il monast[er]o non l'ha

 

Item carlini otto dal q[uonda]m fabrizio Valentone p[er] alcuni casalini censuati al p[resen]te il monast[er]o non né há niente

 

= Dote di Suor Teresia falangola e di Vingenza sua so[re]lla

 

Non si trova nel libro dell'istrum[en]to del monast[er]o l'assignat[io]ne delle dote má solo ci é questa cognitione

 

Della dote di Suor Vinginza p[er] capite é calpestratura li fú assig[na]to un ortale di celsi che era censuato al q[uonda]m notalo Pietrofran[ces]co Caprino p[er] d[oca]ti vinti quattro annui al p[resen]te d[e]tti celsi sono ricaduti al monast[er]o é se né p[er]cipe otto sacchi di pampano di mala conditione

0. 4. 0

Uno Castag[ne]to nel loco d[et]to Vocita iusta li suoi fini assig[nat]i p[er] d[oca]ti dieci annui al presente se ne percipe da fertile et in fertile tumola dieci e sette annui di castagne á ragg[io]ne di grana quindici

2. 2. 15

† Dote delle monache non professe

Christina S.Sosti pagano li sigri Diego Giuseppe e felice S.Sosti in solidum d[oca]ti

25 --

Totta garofala paga il suo fratello d[oca]ti

25 --

Cici Maiorana paga D[on] Biasi suo suo f[rate]llo d[oca]ti

25 --

Chiara falangola paga il sr fran[ces]co falangola suo padre

25 --


Chicca castriota paga il sigr Duca di Corigliano docati

25 --

Auria Amodei paga mutio amodei suo P[ad}re

25 --

Maddalena Amodei paga mutio amodei suo zio

25 --

 

Insino all'anno passato ci sono stati d[oca]ti 25 d'Ottavia Gonsaga li q[ua]li pagava suo f[rate]llo é si é notato p[er] ricordo

 

Nota delle Robbe e censi del monast[e]ro pervenuti dopo la morte di Ristituta Passarella lasciati dal q[uonda]mArchidiacone Consaga incomminciando l'anno 1654

Inprimis uno comprensorio di Celsi in Serra d'Leo terr[itori]o di quella Cittá nel loco detto lo puzzo delli Tavolari con vinti piedi di Celsi

 

Un'altro ortale nell'istesso luoco con celsi olive fico et altri albori sotto le mura di d[e]tto Casale

 

Una casa palatiata in detto casale con ario é fundaco nel loco d[e]tto le destre le sú d[e]tto robbe furno censuati dal Rev' Archidiacone consaga á Gio: Batt[ist]a é suoi compagni al p[resen]te la casa non si possiede ma l'altre robbe ut sup[r]a sono censuate a D[on] Lelio Tiberino p[er] 13 l'anno

13

Un'altra casa con uno ortale di celsi et olive sotto le mura del sú d[e]tto casale p[er] d[oca]ti (non vi è scritto o non si legge il numero)

 

Un'altra casa con uno ortale di celsi et olive sotto le mura del sú d[e]tto casale p[er] d[oca]ti (non vi è scritto o non si legge il numero)

 

Un'altra possess[io]ne nel loco d[e]tto lo varco del lauro terr[itori]o di S. Marco albo[ra]ta di olive, celsi el altri albori censuata p[er] 3 anni á Pietro paolo formoso

 

Un altra casa casa (voce ripetuta) nel sud[e] tto casale sotto

 

la casa di Antonio Tierbis censuata
Un altro comprensorio di Celsi nel Casale di Mungrassno nel loco detto sotto il casale

 

Un altro comprensorio di Celsi nel loco detto lo piano censuatpo ad Adamo Moscira

 

Vensuta un'altra casa palatiata si é scoverta p[er] non sciollare

1. 4. 0

Delle sú dette robbe di quello che se ne há havuto cognitione paga Gio: Birardino di S.Agata carlini

2. 2. 10

Da Gio: Marco Tavolaro p[er] una partita di Celsi paga carlini

1. 0. 10

Per una possess[io]ne nel terr[itori]o di S. Marco nel loco d[e]tto l'ambrone che fú di Isabella Gimigliana paga pietro Battaglia

0. 4. 0

L'herede di Gio: Vittorio di Dominicis sopra la loro Possess[sio]ne delli sciulli pagano d[oca]ti annui

6. 2. 10

Uno castagneto loco d[e]tto Pirri Zino territo[rio]

 

di questa Cittá censuato al q[uonda]m testatore p[er] d[oca]ti dieci annui á D[on] Girolamo é mauritio battendiero

 

Una casa con uno ortale di celsi manzi p[er] d[oca]ti dieci censuata al q[uonda]m Pietro di Biasi al p[resen]te si é censuata á Gioseppe scudieri p[er] docati sei é mezo

6. 2. 10

Carlini dieci et otto sopra li beni di Corgliano della guardia, al p[resen]te pagano l'heredi del q[uonda]m Gio: Marco S.Sosti carlini 25

2. 2. 10

Un castagneto a Joggi assig[na]to carlini dudici l'anno al p[resen]te paga fran[ces]co franzese carlini seiloco d[e]tto Pirri Zino territo[rio]

0. 3. 0

Una vigna á Serra d' Leo p[er]mutata con alcuni celsi á S.Lauro d[e]tta vigna era censuata alla nepote di Lazaro Ricchia p[er] carlini vinti l'anno in tempo che era buono ad esso il monast[er]o possiede p[er+ suo scompoto uno com[renso]rio di celsi á S.Lauro di sacchi 24 di pampano ad uno carlino

2. 2. 10

Affittata per tré anni á Tolomeo S.Sosti

 

Uno castagn[ne]to censuato dal d[e]tto testatore al quondam Gio: Birardino S.Sosti, et suo f[rate]ll[o]. dopo d[e]tto Gio: Birardino fece l'affran[cazio]ne, et li denari sé li piglió á censo podo (?) S.Sosti ó Cesaro Grippo é furno d[oca]ti cinquanta p[er] di questi pagano docati cinque. Sono ricaduti al monast[er]o
Per sú d[e]tto castagn[ne]to il monast[er]o né percipe da fertile, et in fertile tumola cinquanta di castagne annui á grana quindici il tumolo

7. 2. 10

Queste castagne erano di d[e]tti Puodi sono á S.Stefano confini al d[e]tto castagn[ne]to ci é un castagn[ne]to piccolo se né percipe

1 --

Per ricordo

Un castagn[ne]to nel loco d[e]tto la conicella sopra la fontana il q[ua]le era di Lazaro Barci di cervicati p[er] d[oca]ti sidici di capitale (sottolineati e importo sbarrato)
si vende p[er] carlini dudici l'anno

16
1. 1. 10

Nel stesso luoco ci sono quattro piedi di castagne sopra la vigna di Gio: Cardamone se né há carlini 4 l'anno

0. 2. 0

Per censi di-cursi di uno censo sopra le castagne e vigna di manuntio alla inbrona fatto dal q[uond]m Torquato Falangola secuti et venduti p[er] d[oca]ti 25 al monast[er]o al p[resen]teli possiede fran[ces]co maria Catalano non ni ebbe niente

 

Il d[e]tto monast[er]o né sé ni é risentito il Procur[ato]re come vá questa partita mentre furno venduti ad istanza del monast[er]o e li restorno p[er] la vendita fatta

 

Uno castagn[e]to loco d[e]tto Vocito Confine l'altri castagne del monast[er]o et imparticolare le castagne che furno

 

di Antonello fragagnano era di Gio: Batt[ist]a Romano é si ni é pigliato d[oca]ti 15 che doveva di alcun censo da pagare al monast[er]o il d[e]tto Gio: Batt[ist]a é si e pigliato l'anno 1659 se ne p[er]cipeno carlini a[n]nui

1. 2. 10

Pesi che paga il monast[er]o di S.Chiara di questa Citta quolibet anno

Alla Badia di S.Marco d[oca]ti

8 --

Alla Ducal Corte di questa citta

2. - 10

Alla Rev[erenda] mensa Vescovale

0. 2. 0

Al canto di sir Paolo S.Sosti

0. 2. 0

Al Beneficio della presentat[io]ne

0. 1. 10

Alla Badia della Matina

1. 1. 0

Alla Rev[erendo] Cap[ito]lo

0. 1. 0

Paga p[er] peso di messe un di la settimana con la messa cantata di S.Giovanni con l'anniversario e la messa di S.Giorgio á Cavallarizzo

45 --

paga al Confessore é se ni é allig[a]to una possess[io]ne loco detto Cupogne p[er] docati 15 e d[oca]ti 5 li paga il monast[er]o p[er] complimento di d[oca]ti vinti

20 --

Al serviente d[oca]ti sei

6 --

Al ciruggigo d[oca]ti

4 --

Alla Zitella d[oca]ti

6 --

Al Garzone d[oca]ti

9 --

 

102. 3. 0

Trascrizione a cura di Paolo Chiaselotti